Riccardo Guttà

Freccia destra
Freccia sinistra

Profilo biografico

(Catania, 1985) Scultore digitale, progettista CAD 2D/3D e rendering.
Dal 2017 è professore a contratto per la disciplina Tecniche di modellazione digitale – computer 3D presso l’Accademia di Belle Arti di Catania.

Diplomatosi al Liceo Artistico “Emilio Greco” nel 2004, manifesta sin da subito un forte interesse per il disegno tecnico, l’ornato e la figura, sia disegnato che modellato. Nel 2006 inizia a frequentare il triennio sperimentale in Conservazione Gestione e Tutela dei Beni Storico Artistici, presso l’ABA Catania. Qui si appassiona e concentra il suo interesse nella modellazione tridimensionale e nel rendering e tutto ciò che riguarda la CGI.
Nel 2011 si diploma con una tesi sperimentale dal titolo Amphitheatrum Catanae romanae signum, – L’anfiteatro simbolo di Catania romana – con la collaborazione della Soprintendenza per i BB. AA. CC. di Catania.

La passione per la CGI e l’interesse sempre crescente per la fotografia e il cinema, lo portano a creare nel 2015, in occasione del diploma di II livello, una tesi dal titolo Matte Painting. Origine, storia ed evoluzione della tecnica cinematografica del matte painting.

Dopo il conseguimento del diploma specialistico di Fotografia e Video presso la stessa Accademia, svolge la propria attività professionale di progettazione CAD, rendering e foto ritocco presso lo studio d’ingegneria e architettura Boscarino. Tra il 2015 e il 2016 lavora al progetto congiunto tra l’Accademia di Belle Arti di Catania e la Stamperia Regionale Braille, per la realizzazione di n° 11 plastici tattili, occupandosi della progettazione CAD e stampa 3D di elementi di detti plastici che sono tutt’ora collocati all’interno del nuovo “Museo Tattile del Mediterraneo” di Catania.
Partecipa inoltre al progetto congiunto dell’Accademia di Belle Arti di Catania e Stamperia Regionale Braille, per la produzione della progettazione 3D, stampa 3D e assemblaggio del cosiddetto Efebo di Selinunte. La riproduzione tattile in scala 1:1 è collocata all’interno del “Museo civico” di Castelvetrano.

Nel 2017 in occasione dello spettacolo “I Promessi sposi, amore e provvidenza” in scena presso il teatro Ambasciatori di Catania, progetta e realizza sette scenografie virtuali per la proiezione su tulle. L’opera è stata premiata come “spettacolo dell’anno” dall’Accademia di Belle Arti di Catania.
In occasione del Word Water Day 2017, e per la presentazione del progetto “Ecomuseo dell’acqua”, organizzato presso il centro culturale ZO di Catania, realizza un video promozionale per conto dell’azienda idrica SIDRA.
Nel corso degli anni si è specializzato, conseguendo le certificazioni per Autodesk AutoCad 2011, 2017, e VRay.