Tecniche di modellazione digitale – computer 3D organica

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il corso offre inizialmente una velocissima panoramica delle nozioni fornite durante il triennio, per poi entrare nel vivo del progetto di modellazione organica, in questo caso, finalizzato alla produzione di immagini statiche (rendering) oppure utile alla sua prototipazione. Grazie alle nozioni di retopology fornite durante il corso lo studente avrà gli strumenti base per “ottimizzare” il proprio modello organico, ottenendo una geometria low poly dall’high poly, (figurativo, character) utilizzabile per un futuro rigging e animazione. L’obiettivo è quello di fornire le nozioni e gli strumenti avanzati di modellazione che il software Zbrush ci mette a disposizione, per creare modelli organici sempre più complessi.
La finalità del corso è quella di sviluppare nello studente una capacità di ricerca, sensibilità e cura per i dettagli, in primis attraverso il corretto workflow, indispensabile per l’accrescimento delle skills sia nell’ambito della modellazione e del rendering.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali e laboratorio di modellazione 3D in aula.
Codice Teams sffc31s
semestre:  in attesa di pubblicazione del palinsesto A.A. 2022/2023

           —Esercitazioni e revisioni

La fase laboratoriale e teorica procederanno parallelamente durante tutto il corso, non sono previste esercitazioni intermedie. L’accesso alle revisioni è aperto a tutti previa prenotazione via PEO, unico canale ufficiale per stilare l’elenco degli allievi prenotati.
Nella pagina del docente è disponibile il calendario di massima delle revisioni preventivamente redatto, in caso di modifica della data o degli orari, le comunicazioni avverranno preventivamente solo ed esclusivamente sul sito dell’istituzione.
Non verranno effettuate revisioni personalizzate al di fuori del giorno e dall’orario comunicato, si accettano solo prenotazioni/comunicazioni tramite PEO.

—Modalità esame

Esame DAD:
consiste nella presentazione da parte dell’allievo dell’esercizio svolto durante la fase laboratoriale e della proposta finale di progetto. Durante la presentazione degli elaborati verranno poste delle domande sugli argomenti teorici trattati, sui comandi del software e sul workflow seguito.

Esame in presenza
consiste nella realizzazione di un modello 3D organico realizzato in Zbrush, ogni studente potrà scegliere una delle reference messe a disposizione dal docente.
La sessione d’esame inizia alle 08:30 e si chiude alle ore 17:00.

—Hardware richiesto

Essere in possesso di un PC con caratteristiche Hardware adeguate al software utilizzato (vedi http://docs.pixologic.com/getting-started/system-requirements/).
Essere in possesso di una tavoletta grafica (anche economica).

—Prerequisiti richiesti

Buona conoscenza sull’uso del PC, (sistemi operativi Windows, Mac), nonché di internet e posta elettronica. Buona conoscenza del disegno artistico/tecnico, figura e ornato disegnato/modellato, buona conoscenza dell’anatomia umana e della sua rappresentazione tridimensionale nello spazio.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria, non inferiore all’80% della totalità della didattica frontale come previsto da palinsesto, con esclusione dello studio individuale come da Art.10 del DPR n. 212 del 8 luglio 2005.

—Contenuti del corso

  1. Impostazione del progetto in dynamesh – blockout
  2. Retopology con Zremesher e projection con l’utilizzo delle suddivisioni
  3. Cenni Retopology con Maya o Topogun
  4. Panoramica brush Zmodeler – modellazione poligonale
  5. Brush VDM e IMM e creazione brush personalizzati.
  6. Array mesh, micropoly, dynamics e fiber mesh
  7. UV e polypainting
  8. Posing
  9. Ottimizzazione modello con il plugin Decimation Master per stampa 3D
  10. Compositing render pass in Photoshop e Bridge Zbrush to Keyshot

—Testi di riferimento obbligatori

—Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da professori e da tutor (se assegnati) attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). Gli studenti possono, mediante e-mail istituzionale eventualmente anche attraverso i tutor, chiedere al professore del corso un colloquio in modo da concordare obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni e comunque non oltre la prima settimana di corso.Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]

—Nota di trasparenza
Il seguente Syllabus è l’unico documento a cui gli studenti possono fare riferimento per la fruizione e il conseguimento della disciplina nell’a.a. in oggetto, non saranno pubblicati ne presi in considerazione altri programmi didattici. Le informazioni inserite nel presente documento, con particolare attenzione alle caratteristiche delle esercitazioni intermedie, degli elaborati finali e dei testi di riferimento obbligatori, non potranno essere modificate dopo l’avvio della disciplina in oggetto. Tutto ciò che non è specificatamente descritto in questo Syllabus e/o effettivamente svolto a lezione non potrà essere chiesto in fase di esame.