Ambra Stazzone

Freccia destra
Freccia sinistra

Profilo biografico

Contemporaneista e curatrice i cui principali interessi di ricerca sono il rapporto opere-spazio-pubblico e l’interrelazioni tra le arti
Alto Esperto della Valutazione ANVUR – istituzioni AFAM settore artistico

Dopo la laurea in DAMS indirizzo Arti (Alma Mater Studiorum – Università di Bologna) frequenta il corso internazionale per curatori presso il CAPC Musée d’art contemporain de Bordeaux tenuto da Harald Szeemann e diversi seminari di ricerca full immersion, tra i quali quelli tenuti da Jean-François Lyotard (Architettura, Università degli Studi di Firenze); Bill Viola (Rassegna Internazionale Video d’autore di Taormina Arte); Robert Wilson (Fondazione Orestiadi di Gibellina).

Collabora in qualità di curatrice con diversi enti pubblici e privati, dalla GAM Galleria d’Arte Moderna, oggi MAMBO, e NEON (Bologna) a neon>fdv (Milano) a Palazzo dell’Arengo (Rimini) alle Fondazioni Puglisi Cosentino e Brodbeck (Catania) a Palazzo Riso (Palermo).

Progetta e coordina Arts and Research Convegno Internazionale sulla ricerca artistica, Catania, e partecipa, in qualità di relatrice, a diversi convegni in Italia e all’estero, tra gli altri: Manifesta 3, Ljubljana (SLO); Gemine Muse Forum Nazionale, Padova; Writing SAR International Conference on Artistic Research, The Hague (NL)Turn Mirrors Into Windows ELIA International Conference, Firenze.

Nel corso degli anni effettua ricerche presso la Fabbrica Rosa,
lo studio/archivio di Harald Szeemann in Canton Ticino; segue il suo lavoro ad Amburgo (Deichtorhallen), ad Ascona (Museo d’arte contemporanea), a Venezia (48° Biennale d’Arte, dAPERTutto).
A seguito di tali ricerche nascono il testo Harald Szeemann. L’arte di creare mostre e il documentario Harald Szeemann. Appunti sulla vita di un sognatore.