Storia dell’arte contemporanea [Fotografia Biennio/Arti Tecnologiche e narrazioni digitali B]

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il corso è strutturato in modo da far sì che gli studenti acquisiscano le conoscenze storico-critiche relative al tema scelto e sviluppino al contempo un approccio personale alla materia trattata.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali e lezioni partecipate. I concetti saranno proposti anche grazie all’analisi di slide, video e documentari.Sarà sempre dato spazio alla partecipazione attiva degli studenti. II semestre: 1a–6a settimana (lunedì, martedì, mercoledì) ore 08.30–10.10

—Modalità esame:

Verifica intermedia ed esame finale

VERIFICA INTERMEDIA:
POWER POINT #1

Gli studenti, divisi in gruppi, saranno tenuti a realizzare un progetto di comunicazione digitale che sarà spiegato a lezione nel dettaglio e quindi realizzeranno un power point per condividerlo con l’intero gruppo.
Tali power point saranno infatti revisionati durante il corso stesso e diventeranno materiali da condividere con i colleghi.
La valutazione di tale verifica intermedia sarà tenuta in conto ai fini della valutazione dell’esame finale; la verifica intermedia servirà per poter sostenere l’esame anche nelle sessioni successive alla prima utile.
Gli studenti che non avranno sostenuto la verifica intermedia saranno considerati “non frequentanti” al pari degli studenti che non avranno frequentato almeno l’80% delle lezioni.
Gli studenti non frequentanti in aggiunta al presente programma saranno tenuti a portare all’esame ulteriori testi da concordare con la docente.

ESAME FINALE

L’esame consisterà in un colloquio su tutto il corso, dunque verterà su:

  • argomenti affrontati durante le lezioni
    (vedi sotto Contenuti del corso)
  • testi riportati in bibliografia
    (vedi sotto Testi di riferimento obbligatori)
  • video e documentari analizzati a lezione
    (vedi sotto Filmografia obbligatoria)

La metodologia dell’esame sarà la stessa utilizzata durante il corso e durante la verifica intermedia, dunque il discorso partirà sempre dall’analisi delle opere per ampliarsi sul contesto e sarà favorito un atteggiamento critico e personale piuttosto che uno prettamente nozionistico.

POWER POINT #2

Proprio per raggiungere gli obiettivi formativi prefissati, utilizzando la modalità già sperimentata nel corso della verifica intermedia, gli studenti porteranno all’esame un secondo power point. In questo caso però sarà realizzato singolarmente da ogni studente e darà conto della sua visione personale di tutto il corso, di quanto appreso tramite la partecipazione alle lezioni e a seguito dello studio individuale.

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza della Storia dell’arte contemporanea fino ai nostri giorni

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale.

—Contenuti del corso

Il corso approfondirà gli aspetti storico-critici relativi alla presentazione al pubblico dell’arte contemporanea, analizzando anche gli strumenti digitali che possono essere impiegati nei percorsi museali per coinvolgere il pubblico e la comunicazione museale online, siti web e piattaforme social. Si affronteranno la storia dei musei e delle grandi esposizioni e della curatela e ci si soffermerà sulle figure di Harald Szeemann, il primo curatore indipendente che con il suo operato ha rivoluzionato il concetto stesso di curatela, e di Hans Ulrich Obrist, il curatore, anch’egli svizzero, che più degli altri ha seguito la metodologia del connazionale.

—Testi di riferimento obbligatori

Nicolette Mandarano, Musei e media digitali, Carocci editore,
Roma 2019;

Poli F., Bernardelli F., Mettere in scena l’arte contemporanea. Dallo spazio dell’opera allo spazio intorno all’opera, Johan & Levi editore, Milano 2016;

Obrist H. U., Fare una mostra, UTET, Milano 2014;

LIBRO+DVD: Stazzone A., Harald Szeemann. L’arte di creare mostre. Appunti sulla storia di un sognatore, Fausto Lupetti Editore, Bologna-Milano, 2019;

—Filmografia obbligatoria

Indicata a lezione

—Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da professori e da tutor (se assegnati) attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata).
Gli studenti possono, mediante e-mail istituzionale eventualmente anche attraverso i tutor, chiedere al professore del corso un colloquio in modo da concordare obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni e comunque non oltre la prima settimana di corso.
Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it