Antropologia culturale

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il corso sviluppa un percorso atto a far conoscere l’inesauribile varietà di prospettive che l’antropologia culturale ha configurato nel corso del tempo. Assieme allo studio della disciplina, seguendo il doppio binario antropologico teorico-pratico, verranno definite delle proposte epistemologiche che lo studente dovrà problematizzare in diretta relazione con la realtà fenomenica.


—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula.
vedi orario accademico


—Modalità esame

L’esame di compone da un elaborato, da concordare con il docente, e di una discussione orale.


—Prerequisiti richiesti

Per accedere all’esame é necessaria la revisione con il docente.


—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Definizione e prospettive
  2. Definizione di antropos
  3. Definizione di logos
  4. Definizione di cultura
  5. Differenza tra antropologia ed etnologia
  6. L’osservazione partecipe
  7. Le prospettive epistemologiche
  8. I paradigmi e le cosmologie
  9. Sulla natura umana
  10. Il totemismo
  11. Religione e lignaggio
  1. Società e cultura
  2. Natura antropologica negativa/positiva dell’uomo
  3. Diritto naturale
  4. La nozione di primitivo
  5. Contro l’evoluzionismo
  6.  Il caso della struttura sociale
  7. L’opposizione natura cultura
  8. Porre l’enfasi sulla cultura
  9. Semplice, complesso, complicato, caotico
  10. Verso una dimensione ecologica

—Testi di riferimento obbligatori

Alan Barnard, Storia del pensiero antropologico, il Mulino, 2002;

Stefano Puglisi, Dell’essere e dell’apparire, 2016;

Stefano Puglisi, Verso una dimensione ecologica, 2020;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it