Illuminotecnica

Syllabus

—Obiettivi formativi

Partendo dalla conoscenza delle principali caratteristiche fisiche della luce il corso vuole fornire allo studente gli strumenti necessari per definire e caratterizzare lo spazio per mezzo della luce.
Comporre e dipingere dunque, utilizzando i dispositivi illuminotecnici, soprattutto in ambiente teatrale ma anche in tutti quei contesti nei quali la luce assume un ruolo determinante in fase di progettazione.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula.
I semestre:  1a–8a settimana (giovedì, venerdì e sabato) ore 08.15-13.15

—Modalità esame

La prova d’esame è costituita da un colloquio sugli argomenti trattati durante il corso e da un progetto luci basato su simulazioni, realizzate su modellini oppure con programmi di grafica o di modellazione 3D, che illustreranno le varie scene proposte.
Al corso afferiscono studenti provenienti da indirizzi diversi: i contenuti della prova d’esame saranno quindi adeguati alle competenze specifiche richieste a ogni studente.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Elettrotecnica: grandezze dell’elettricità (potenza, resistenza, intensità, tensione) e unità di misura; nozioni di circuito elettrico e impianti. Dimmer, console.
  2. Lampade (incandescenza e scarica; led). Temperatura di colore; resa cromatica.      
  3. Corpi illuminanti: caratteristiche tecniche (gruppo ottico e specchio se presenti, lampada, accessori) e qualità del fascio luminoso.  
  4. Nozioni di fisica della luce. Cromatologia: sintesi additiva e sintesi sottrattiva.     
  1. Ottica: assorbimento, riflessione, rifrazione.
  2. Fotometria: flusso, illuminamento, intensità luminosa, luminanza e unità di misura. 
  3. Principi di progettazione teatrale (direzione della luce, posizione dei corpi illuminanti, ruolo delle luci in scena). Metodi di illuminamento.                                                                        

—Testi di riferimento obbligatori

Salvatore Mancinelli, Illuminotecnica teatrale, dipingere con la luce – Libera Accademia della Luce. Il testo è disponibile online (PDF);

Corrado Rea, Fondamenti di luministica – Hoepli 2006;
Capitoli: 1.1-1.3-1.5-1.6(powerbox)-1.7; 2.3-2.4; 3.1-3.2-3.3-3.5; 4.1-4.2-4.3(grandezze fotometriche)-4.5; 5.1-5.2(la temperatura di colore, l’indice di resa cromatica)-5.3-5.4; 6.2-6.3-6.4-6.5; e capitoli 7, 8, 9.

— Testi di approfondimento

Fabrizio Crisafulli, Luce attiva, Titivillus, 2007 (sulla luce come soggetto);

Cristina Grazioli, Luce e ombra, Laterza, 2008 (sulla storia della luce):

Johannes Itten, Arte del colore, Il Saggiatore, 1982 [edizione ridotta] (sulla teoria dei colori);

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it