Didattica del museo

Syllabus

—Obiettivi formativi
Il corso vuole introdurre gli studenti verso un approccio teorico-pratico sulla Didattica museale, far conoscere le buone pratiche e le esperienze didattiche già presenti nei musei, al fine di condurre gli studenti verso la creazione di nuovi percorsi museali tematici ed espressivi, ambientali e multimediali tenendo in considerazione gli obiettivi della Agenda2030


—Modalità di svolgimento
Didattica mista in presenza e a distanza (DAD).
Lezioni frontali in aula.
II semestre: 10/11/12/13/14a settimana (giovedì, venerdì) ore 14.00-17.30


—Modalità esame
Sono previste revisioni intermedie sull’attività scelta al fine del conseguimento della materia. L’accesso alle revisioni è su prenotazione via PEO. Nella pagina del docente sarà disponibile il calendario di massima delle revisioni preventivamente redatto.


—Prerequisiti richiesti
Conoscenza della storia dell’arte, del ruolo e della funzione dei musei e delle realtà culturali in generale.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria, non inferiore all’80% della totalità della didattica frontale come previsto da palinsesto, con esclusione dello studio individuale come da Art.10 del DPR n. 212 del 8 luglio 2005.

—Contenuti del corso

1. Percorsi museali tematici ed aspetti pedagogici, culturali e didattici

• 1.2 Raccontare l’esperienza / Teorie/ Esperienze e case studies

• 1.3 Cosa fa un educatore museale quando incontra un gruppo di studenti che arrivano al museo?

2. Didattica museale e gamification

2.1 Nuove relazioni nei musei tra visite didattiche, laboratori e game

2.2. Musei e Agenda 2030

2.3 Strumenti a disposizione

2.4 Strumenti per la collaborazione partecipativa e collaborativa:

– Strumenti per l’analisi del contesto territoriale – Strumenti per l’analisi delle caratteristiche dei target (personas) – Strumenti per la collaboration – Strumenti di progettazione – Strumenti di gestione

3. Progettazione didattica

I Musei e i luoghi della Rete Museale e Naturale Belicina

3.1 Progettare un’unità didattica tra scuola e musei

3.2 Tematiche a partire dagli obiettivi…

3.3 Rinforzi sulle esperienze

—Testi di riferimento obbligatori
G. Maiorana, Gibellina: il museo da vivere. Il racconto di un’esperienza, 2015, ed.Newl’ink

G.Maiorana, Parole e strumenti per la didattica museale, 2022, ed.Newl’ink

Testi di approfondimento consigliati

Bruno Munari, Fantasia, Laterza (1977)

Bruno Munari, Il laboratorio per bambini a Brera – Zanichelli (1981)

Bruno Munari, Il laboratorio per bambini a Faenza al museo internazionale delle ceramiche – Zanichelli (1981)

Bruno Munari, Laboratori tattili – Zanichelli (1985)

Bruno Nassim Aboudrar e François Mairesse, La mediation culturelle, 2016

Ludovico Solima, Le parole del Museo. Un percorso tra management, tecnologie digitali e sostenibilità, Carocci editore, 2022

Italo Fiorin, Oltre l’aula. La proposta pedagogica del Service Learning, Mondadori, 2018

Marco Izzolino, Didattica Museale. Nuovi approcci al racconto dei beni culturali, Piano B/iemme edizioni, 2020

Altro materiale didattico

Altre letture e link saranno consigliati durate le lezioni.

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it