Tecniche performative per le arti visive

Frame performance Cosmo e Caos - a.a. 2020-2021

Chiara Toscano
Chiara Toscano

Frame performance She Shed - a.a. 2020-2021

Alessia Arnone
Alessia Arnone

Frame performance Balance - a.a. 2020-2021

Sabrina di Paola
Sabrina di Paola
Freccia destra
Freccia sinistra
Freccia destra
Freccia sinistra

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il corso intende esplorare le potenzialità espressive insite nella Performance, in particolare, in rapporto alle Arti visive; mira a fornire una piattaforma metodologica ricca di strumenti necessari alla nascita e/o allo sviluppo ed al potenziamento delle singole attitudini creative e progettuali attinenti alla disciplina.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali; lezioni partecipate, utilizzo di sussidi audiovisivi; verifica in itinere dei risultati.

—Modalità esame

È richiesto agli studenti lo sviluppo di una ricerca di carattere sperimentale finalizzata alla realizzazione di un’inedita Performance che sia il risultato di personali scelte e relative soluzioni espressive. Sarà necessaria la formulazione di una poetica, anche breve, relativa al senso del progetto. Per la realizzazione della Performance, in base alle singole necessità espressive ci si potrà avvalere di qualsiasi mezzo espressivo attinente la disciplina. Considerata la natura Teorico/Pratica della disciplina, saranno necessari per gli esami: conoscenza degli argomenti trattati durante il corso. Presentazione del progetto di Performance conforme al tema assegnato, e relativa consegna dello stesso, a fini documentativi, tramite file digitale. Le diverse fasi dello sviluppo progettuale, consistenti nella realizzazione di storyboard, prove audiovisive, etc. verranno presentate, di volta in volta, durante le diverse revisioni previste in un calendario anticipatamente programmato e puntualmente comunicato all’inizio del corso. Per l’a.a. 2020/2021, il progetto definitivo che verrà presentato in occasione degli esami di profitto (tenuto conto dell’attuale emergenza), dovrà consistere nella produzione di un video che permetterà, ai fini della valutazione della commissione appositamente nominata, la visione della Performance.

—Prerequisiti richiesti

Predisposizione positiva alla disciplina

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria, non inferiore all’80% della totalità della didattica frontale come previsto da palinsesto, con esclusione dello studio individuale come da Art.10 del DPR n. 212 del 8 luglio 2005.

—Contenuti del corso

  1. Definizione di Performance artistica.
  2. Performance come prestazione, come esibizione.
  3. Il ruolo del Performer.
  4. Paralleli con altre Arti.
  5. Rapporto tra l’opera e il pubblico.
  1. L’uso del gesto, dell’azione, della parola.
  2. Il Rapporto tra Arte e Vita.
  3. Piano mentale e piano formale.
  4. Durata della Performance.
  5. L’atteggiamento del corpo.
  6. Contesto della Performance.

—Testi di riferimento obbligatori

Chiara Mu e Paolo Martore, Performance Art -Traiettorie ed esperienze internazionali, ed. Castelvecchi, 2018;

—Altro materiale didattico

Verrà indicato durante lo svolgimento del corso.

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it