Tecniche di montaggio

—Syllabus

Dipartimento di Progettazione e arti applicate
DASL08—Diploma Accademico di Secondo livello in Audiovisivo e cinema
Corso Audiovisivo e cinema

Tecniche di montaggio
Codice ABTEC43 — 100 ore 8 CFA
a.a. 2022–2023

Professore Donato Canosa
Incarico annuale di Linguaggi e tecniche dell’audiovisivo (ABTEC 43)
Posta elettronica istituzionale (PEO): [email protected]
Orario di ricevimento previa prenotazione PEO o Team, codice Team ricevimento: a8y1uk7
Sede: Via Franchetti

—Obiettivi formativi
Il Corso affronta lo studio del montaggio sotto l’aspetto teorico, tecnico e metodologico. Verranno analizzate scene di film e serie TV per comprenderne l’uso del linguaggio e le principali tecniche di montaggio utilizzate e, parallelamente, verranno utilizzati i software di montaggio per acquisire la padronanza degli strumenti tecnici e del metodo di lavoro per la costruzione del senso filmico.

—Modalità di svolgimento dell’insegnamento
Lezioni frontali e laboratorio in aula, in DAD tramite collegamento Team.

—Esercitazioni e revisioni
Sono previste esercitazioni oggetto di valutazione al fine del conseguimento della materia. Le esercitazioni dovranno necessariamente essere consegnate su piattaforma Team, nell’apposita cartella personale dello studente, entro 10 giorni prima della data fissata per l’esame.
Le revisioni, fortemente consigliate, sono accessibili su prenotazione da effettuarsi via PEO o Microsoft Team con un preavviso di almeno 24 ore. Nella pagina del docente è disponibile il calendario delle revisioni.

—Elaborato finale
Per il conseguimento della materia è prevista la consegna di un montaggio dei materiali forniti
dall’insegnante, utilizzando tecniche e modalità concordate.

—Modalità esame
Per l’accesso all’esame è richiesta la revisione e la consegna di tutte le esercitazioni pratiche proposte entro 10 giorni prima della data fissata per l’esame, in modo da consentire la valutazione da parte del docente. L’esame si svolgerà in forma orale e verterà sui contenuti illustrati a lezione e su testo di
riferimento presente in bibliografia e concordato con il docente.
La valutazione terrà conto anche delle esercitazioni pratiche oggetto di consegna.

—Prerequisiti richiesti
Conoscenza delle basi del linguaggio audiovisivo.
Computer portatile dello studente con installato il software Adobe Premiere.

—Frequenza lezioni
La frequenza è obbligatoria, non inferiore all’80% della totalità della didattica frontale come previsto da palinsesto, con esclusione dello studio individuale come da Art.10 del DPR n. 212 del 8 luglio 2005.

—Contenuti e programmazione del corso

  1. Inquadrature, scene, sequenze e atti. Il montaggio interno, il ritmo.
  2. I piani e i campi, gli stacchi, le regole della continuità, gli attacchi sul movimento, il montaggio invisibile e discontinuo.
  3. Tagli, transizioni e le tecniche di montaggio più utilizzate.
  1. Come organizzare un progetto, visionare e catalogare il materiale, effettuare il sync audio.
  2. Applicazione della teoria al montaggio pratico di una sequenza filmica.
  3. Il sonoro.

—Testi di riferimento (Bibliografia da concordare con il docente)

– Walter Murch, In un batter d’occhi. Una prospettiva sul montaggio cinematografico nell’era digitale,
Lindau, 2018.
– Giuseppe Chiaromonti con Guido Cassani, Il montaggio digitale. Conoscere e utilizzare i software di
non-linear editing, Dino Audino, 2020.
– Miguel Lombardi, Fuck the continuity. Eccezioni e regole in regia, continuità e montaggio, Dino Audino,
2010.
– Christopher J. Bowen e Roy Thompson, La grammatica del montaggio. Il manuale che spiega quando e
perché tagliare, Dino Audino, 2015

—Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA
Gli studenti con disabilità o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da professori e da tutor (se assegnati) attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). Gli studenti possono, mediante e-mail istituzionale eventualmente anche attraverso i tutor, chiedere al professore del corso un colloquio in modo da concordare obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni e comunque non oltre la prima settimana di corso. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]

—Nota di trasparenza
Il seguente Syllabus è l’unico documento a cui gli studenti possono fare riferimento per la fruizione e il conseguimento della disciplina nell’a.a. in oggetto, non saranno pubblicati ne presi in considerazione altri programmi didattici. Le informazioni inserite nel presente documento, con particolare attenzione alle caratteristiche delle esercitazioni intermedie, degli elaborati finali e dei testi di riferimento obbligatori, non potranno essere modificate dopo l’avvio della disciplina in oggetto. Tutto ciò che non è specificatamente descritto in questo Syllabus e/o effettivamente svolto a lezione non potrà essere chiesto in fase di esame.