Tecniche di documentazione audiovisiva

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il radicale cambiamento della società di oggi, dei mezzi a nostra disposizione e dell’approccio stesso alla realtà, ha generato una profondissima riflessione sul cinema, sul modo di farlo e di progettarlo. Mentre il cinema di finzione infatti chiude sempre di più le porte del racconto a elementi tratti dalla “realtà” contingente simulando il reale, un altro cinema, di base documentaria si rinnova, cercando altre vie. Si tratta di un cinema che del “reale contingente” fa il suo punto di partenza; del caso e della relazione i suoi più potenti alleati. Tale cambiamento ha modificato la figura del realizzatore di film. Sempre più la produzione di film prevede infatti la figura di un autore nuovo, multidisciplinare, che sia in grado di realizzare autonomamente o con pochissimi collaboratori dei lavori video professionali. Il corso, dopo un excursus storico, linguistico e tecnico, si concentrerà in particolare sulla fase di ideazione e scrittura di questo tipo di cinema e lo farà accompagnando ogni partecipante fino all’elaborazione di un documentario breve o di un “dossier di progetto” completo di trailer video spendibile per essere sottoposto a produttori e broadcasters.

—Modalità di svolgimento

Lezioni online più svolgimento di esercizi in tempo reale da consegnare durante il corso.  

—Modalità esame

È prevista la realizzazione di un film breve su base realistica o un dossier completo per un film lungo corredato da riprese (rough cut) strutturate. Sono previste revisioni intermedie su richiesta dello studente.

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza linguaggio audiovisivo e padronanza di base di almeno un software di montaggio e della video/cinecamera. Possesso di attrezzature di ripresa video individuali.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Teoria (9 Lez.) Stili e forme di racconto della realtà, analisi delle strutture narrative di alcuni dei film più interessanti del genere.
  2. Tecnica (4 Lez.) La grammatica del cinema, la regia documentaria, struttura e funzionamento avanzato della video/cinecamera, i software di montaggio e di elaborazione.
  3. Preparazione delle ricerche e alla prima stesura (1 Lez.) La percezione e lo sguardo: proposta per un approccio alla “realtà” contemporanea, la ricerca del tema valoriale, lo spunto drammaturgico.
  1. Lettura e analisi proposte partecipanti. Consigli per una buona partenza (2 lez.) La scrittura drammaturgica della “realtà”.
  2. Verifiche (2 lez.) Incontro di verifica e progresso lavori scritti, messa a punto e focalizzazione,visione del rough-cut.
  3. Ottimizzazione e finalizzazione del dossier di progetto (2 lez.) Organizzazione del girato, ottimizzazione del dossier scritto.

—Testi di riferimento consigliati

M. Bertozzi, G.Pannone, L’idea documentaria. Altri sguardi del cinema italiano, Lindau, Torino, 2007;

B. Nichols, Introduzione al documentario [Introduction to documentary, 2001], Il Castoro, Milano, 2006;

G. Canova, L’alieno e il pipistrello. La crisi della forma nel cinema contemporaneo, Studi Bompiani, Milano, 2000;

G. Gauthier, Le documentaire un autre cinéma, Armand Colin, Paris, 2008;

F. Jost, Realtà/Finzione. L’impero del falso, Il Castoro, Milano, 2003;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it