Storia delle tecniche artistiche cinematografiche

Syllabus

—Obiettivi formativi

Nato come curiosità scientifica, trasformatosi poi in semplice divertimento per un pubblico incolto, di gusti facili, ridotto ben presto ad attrazione da fiera, il Cinema divenne, a partire dai primi anni del Novecento, lo spettacolo per eccellenza, attirando un sempre maggior numero di spettatori, d’ogni ceto sociale e livello culturale, creando un’industria di vaste proporzioni, interessando artisti ed intellettuali. Tanto da imporsi come fenomeno di cultura e di costume, la cui influenza determinò mode, scelte morali e sociali, comportamenti, gusti. Centoventicinque anni sono sufficienti per poter ripercorrere lo sviluppo del Cinema nei suoi prodotti artistici e commerciali,
seguendo questa o quella evoluzione tecnica, i mutamenti del gusto, i generi e i caratteri di una produzione enorme, diffusasi in tutti i continenti, che ha portato alla nascita di un fenomeno globale quale il divismo. Si presenta esemplare questa capacità del Cinema di “eccedere” le altre forme d’arte visiva, vale a dire di assumerle e di assorbirle in una sintesi unitaria.

Pertanto si preferiranno analizzare quegli aspetti, quei problemi e quelle opere che maggiormente hanno
contribuito a fare del Cinema non solo un autonomo mezzo di espressione, ma anche il medium egemone per oltre mezzo secolo, sviluppando un discorso coerente sulla realtà umana e sociale contemporanea, tentandone una interpretazione critica e approdando alla constatazione che
ormai il Cinema è cosciente della propria storia e non può più esprimersi se non attraverso questa coscienza metalinguistica.


—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula.

—Modalità esame

L’esame consiste nell’esposizione degli argomenti trattati durante le lezioni ed in riferimento alla bibliografia.

—Prerequisiti richiesti

Nessuno.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Le avanguardie e il cinema.
  2. La commedia.
  3. Il thriller.
  4. Il western.
  5. Il musical.
  1. Il cinema di fantascienza.
  2. Il cinema comico.
  3. L’ animazione.
  4. Il noir.

—Testi di riferimento obbligatori

F. Di Giammatteo, Storia del Cinema, Marsilio, Venezia 2005;

G. Rondolino, Storia del Cinema, UTET, Torino 2006;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it