Storia della stampa e dell’editoria contemporanea

Syllabus

—Obiettivi formativi

L’Editoria è l’industria che si occupa del reperimento e della produzione di contenuti riproducibili, della loro trasformazione in forme trasmissibili attraverso i media, e della loro diffusione e commercializzazione.
È l’industria del libro, ma anche delle pubblicazioni periodiche e, con la nascita dei prodotti audiovisivi e multimediali, si può parlare anche di Editoria audiovisiva, Editoria musicale, Editoria multimediale, Editoria su Internet.

La storia della stampa e dell’editoria costituisce un osservatorio privilegiato per la ricostruzione della realtà culturale e civile di una nazione. Conoscere l’evoluzione e la trasformazione sia dei quotidiani che delle riviste che delle case editrici italiane, offre la possibilità di comprendere il ruolo e le funzioni esplicate da questo importantissimo settore della società italiana.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula.

—Modalità esame

L’esame consiste nell’esposizione degli argomenti trattati durante le lezioni ed in riferimento alla bibliografia.

—Prerequisiti richiesti

Nessuno..

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. I principali quotidiani italiani.
  2. I principali periodici italiani.
  3. L’industria editoriale italiana: problemi e prospettive.
  4. Le case editrici italiane.
  5. Mondadori.
  6. Rizzoli.
  7. Bompiani.
  1. Einaudi.
  2. Garzanti.
  3. Feltrinelli.
  4. Laterza.
  5. Adelphi.
  6. Sellerio.
  7. Le classifiche di vendita dei libri sui quotidiani.

—Testi di riferimento obbligatori

J.C.Carrière – U. Eco, Non sperate di liberarvi dei libri, Bompiani, Milano 2017;

Gian Arturo Ferrari, Libro, Bollati Boringhieri, Torino 2014;

G. Solimine, L’Italia che legge, Laterza, Bari 2010;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it