Computer art

Computer art (pittura nuovi linguaggi)

Computer art (pittura nuovi linguaggi)
Freccia destra
Freccia sinistra

Syllabus

—Obiettivi formativi
L’obiettivo di Computer Art è quello di è quello di raggiungere una maggiore consapevolezza e controllo delle potenzialità espressive ed artistiche dei vari linguaggi -e soprattutto delle tecnologie- immaginando in una nuova prospettiva i linguaggi visivi e sonori. La materia si compone di 3 moduli ed altrettanti esercizi che, interagendo tra loro, hanno l’obiettivo di sviluppare la capacità di (ri) utilizzare in maniera complessa e dinamica immagini, scrittura e suoni.
Nella prima parte vengono fornite delle immagini da selezionare che utilizzando PowerPoint, Keynote o software simili verranno organizzate in un racconto, assieme ad un breve testo (che può essere scritto apposta o venire da un libro). Il secondo esercizio è introdotto da una discussione sulle prospettive creative del suono e sulle problematiche dell’ascolto, e riguarda il montaggio dei suoni: Allieve ed allievi devono scegliere alcuni suoni e rumori da montare in una soundscape-composition (cioè un cortometraggio senza immagini) della durata di 60 secondi.  Sono inoltre previste alcune lezioni dedicate alla sound-art, alla teoria del montaggio audio ed infine esercitazioni in esterno con microfoni e registratori audio






—Modalità di svolgimento

Didattica mista in presenza e a distanza (DAD).
Lezioni frontali in aula.
I semestre:  1a–8a settimana (giovedì, venerdì e sabato) ore 08.15-13.15

—Modalità esame

Nel corso dell’esame allieve ed allievi mostrano i 2 esercizi ai quali hanno lavorato e sono invitati ad una breve analisi di uno o più film in programma utilizzando le parole-chiave a disposizione. una serie di revisioni nel corso dello svolgimento della materia hanno lo scopo di approfondire una discussione sugli aspetti tecnici e teorici dei singoli lavori.

—Prerequisiti richiesti

Non vi è nessun prerequisito richiesto, soltanto una conoscenza del Power Point e, possibilmente, di un software di montaggio audio.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. In che modo è possibile costruire un racconto complesso e dinamico utilizzando fotografie e testi all’interno di un semplice software di presentazione.
  2. Come progettare e realizzare un “film senza immagini” (o film acustico) attraverso il montaggio di suoni/effetti sonori. Gestione dello sviluppo drammaturgico della narrazione.
  3. Analizzare gli emisferi espressivi/tecnici del linguaggio cinematografico utilizzando alcune parole chiave.
  4. Pratiche di registrazione sonora in esterno con microfoni e registratori. Analisi del materiale registrato.
  5. L’idea di Narrazione e Comunicazione riferita ai 2 esercizi
  6.  Cenni su ascolto/registrazione/montaggio dei suoni e relative problematiche.
  7. Paesaggio Visivo e Paesaggio Sonoro, vista e udito, un raffronto complesso.
  8. Analisi di “A Sangue Freddo” tra cronaca, Letteratura e Cinema.
  9.  Classificazione e catalogazione dei suoni: una problematica aperta.

—Testi di riferimento obbligatori

Trevor Cox, Pianeta Acustico, edizioni Dedalo, 2014.

Kenneth Goldsmith, Ctrl+C Ctrl+V, Nero Edizioni, anno.

Nicholas Mirzoeff, Come vedere il mondo, Johan&Levi,2017.

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]