Proseguimento dell’erogazione della didattica mista dall’1 al 30 aprile 2022 

Comunicazioni

car* tutt*,
vista la nota della ministra dell’università e della ricerca prof.ssa Maria Cristina messa del 30.03.2022, dove si sottolinea che è tuttora vigente l’articolo 1, comma 1 del decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111 (“nell’anno accademico 2021-2022, le attività didattiche e curriculari delle università sono svolte prioritariamente in presenza”), in base al quale gli atenei hanno potuto stabilire, alla vigilia dell’anno accademico in corso, la programmazione didattica ed ogni altra conseguente misura organizzativa con un notevole grado di autonomia. Con il nuovo decreto-legge, non essendo intervenuta alcuna modifica al riguardo, le università potranno proseguire nella programmazione, ovviamente prevedendo attività “prioritariamente in presenza”, fermo restando il riferito grado di autonomia e flessibilità organizzativa in relazione al contesto epidemiologico di riferimento.

“Permangono fino al 30 aprile 2022 – secondo le medesime modalità previste finora – l’obbligo di possesso del solo green pass base per chiunque accede alle strutture della formazione superiore, ivi compresi gli studenti (cfr. articolo 6, comma 4) nonché l’obbligo di predisposizione, da parte delle università e delle istituzioni dell’alta formazione artistica musicale e coreutica, delle misure di sicurezza di cui all’articolo 1, comma 2, lettere a), b) e c) del richiamato D.L. n. 111/2021 (ovvero, rispettivamente, in tema di: utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, raccomandazione del rispetto della distanza interpersonale e controllo della temperatura) – cfr. articolo 10, comma 3.”

Le discipline laboratoriali dei corsi di arti visive come Pittura, Nuovi linguaggi della pittura, Scultura, Decorazione Product design e Decorazione Design arte e ambiente si svolgeranno al 100% in presenza, resta attiva la turnazione per il corso di grafica–illustrazione di triennio, per i numeri elevati degli studenti, per permettere sempre un rapporto studenti-spazi con distanziamento, sempre con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale (mascherine), per garantire la salute di tutti in Accademia.

Per le attività laboratoriali in presenza, non è prevista la Dad come disposizioni ministeriali.

Anche tutti i corsi accademici di secondo livello si potranno svolgere in aula con una capienza del 100%, i numeri degli studenti iscritti lo permettono. Il secondo ciclo, è un corso specializzante, la presenza permette un coinvolgimento delle tecniche e delle forme professionalizzanti del corso, finalizzato a trasmettere conoscenza e saperi condivisi.

Per coloro i quali non è ancora consentita una frequenza dei corsi al 100% delle discipline non laboratoriali, gli studenti devono prenotarsi dall’app #prenotaaula sempre dal lunedì fino al venerdì della settimana precedente sempre ore 08.00–23.00. Per eventuali problemi è possibile contattare l’assistenza via mail Peo a [email protected]

Dall’1 maggio fino a conclusione del secondo semestre prevista per il l’11 giugno 2022, verrà stabilità la modalità di erogazione della didattica dal Consiglio Accademico sentito il collegio dei professori, le Accademie potranno proseguire nella programmazione, ovviamente prevedendo attività “prioritariamente in presenza”, fermo restando il riferito grado di autonomia e flessibilità organizzativa in relazione al contesto epidemiologico di riferimento.

Vi ricordo che per accedere in Accademia, tutti gli studenti devono essere muniti di certificazione verde Base (vaccinazione/guarigione/tampone) da esibire all’ingresso delle sedi e obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale (mascherine).

Un caro saluto

Gianni Latino
direttore