Teoria e analisi del cinema e dell’audiovisivo

Syllabus

—Obiettivi formativi

ll film viene a collocarsi, all’interno della programmazione del corso, come momento di
consolidamento di un percorso didattico volto al conseguimento della capacità di una lettura critica
di un testo audiovisivo. Il Corso prende in esame il linguaggio cinematografico in tutte le sue
componenti: dalla sceneggiatura al racconto, dal punto di vista della macchina da presa a quello
dei personaggi, dal fuoricampo ai movimenti della macchina, dal montaggio al rapporto tra suono
e immagine, con ampie analisi di scene e sequenze tratte da film che appartengono a diversi
momenti della storia del cinema, a differenti generi, stili e autori. Del linguaggio cinematografico
vengono analizzati i problemi, illustrate tipologie, strumenti, tecniche


—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula.
II semestre

—Modalità esame
L’esame consiste nell’esposizione degli argomenti trattati durante le lezioni ed in riferimento alla
bibliografia.



—Prerequisiti richiesti

Nessun prerequisito richiesto.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’50 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Dalla sceneggiatura al racconto.
  2. Il fuoricampo e i movimenti della macchina;
  3. Il punto di vista della macchina da presa e quello dei personaggi;
  4. . Il montaggio
  1. Rapporto tra suono e immagine
  2. Analisi di scene e sequenze tratte da film;
  3. Stili e autori;
  4. Tipologie, strumenti, tecniche. del linguaggio cinematografico.

—Testi di riferimento obbligatori

Rondolino G. – Tomasi D., Manuale del film, UTET, Torino;


Vanoye F. – Goliot_Leté A., Introduzione all’analisi del film, Lindau, Torino

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]