Tecniche dell’incisione – grafica d’arte 1

Tecniche dell’incisione – grafica d’arte 1 [B]
Freccia destra
Freccia sinistra

Syllabus

—Obiettivi formativi

II progetto del corso di Tecniche dell’incisione – grafica d’arte 1 è dedicato all’apprendimento visivo di segni e immagini, attraverso un percorso metodologico di ricerca, dalle tecniche storiche della grafica d’arte, quali xilografia e la calcografia, sino ad arrivare alle tecniche sperimentali contemporanee. Lo studio della storia della grafica unito alle conoscenze dei linguaggi visivi attuali, tramite processi percettivi, come per ogni attività creativa. Il metodo migliore è cominciare da uno spazio vuoto, utilizzando in primis il disegno a china (l’idea) continuando con il trasferimento del proprio progetto definitivo sul supporto rigido scelto, quale lastra di zinco, legno, linoleum, ecc. per realizzare il proprio cliché di stampa. L’obiettivo del corso è sviluppare le capacità creative degli studenti, implementare le conoscenze tecniche per la gestione dei progetti grafici, approfondire le conoscenze culturali dei processi della comunicazione visiva e realizzare una ricerca personale consapevole, controllata e tecnicamente efficace.
La programmazione specifica relativa alle fasi didattiche di ogni annualità, varia di anno in anno a seconda delle caratteristiche degli studenti e degli eventuali progetti collettivi o personali proposti dal docente o dal corso di Grafica, illustrazione e fumetto. La finalità del corso è sviluppare e perfezionare le conoscenze basi, acquisite durante il triennio, nell’ambito della grafica d’arte, con la voluta contaminazione dei linguaggi grafici visivi contemporanei di ricerca ed innovazione, affinché i due settori apparentemente autonomi possano se conosciuti e studiati, valorizzarsi a vicenda. Le diverse attività formative interdisciplinari (fotografia, tecniche grafiche speciali ecc.) convergeranno per una didattica trasversale, portando in campo le tecniche storiche e l’evoluzione sperimentale uniti per creare un contenitore con supporti e materiali diversi al fine di realizzare un portfolio professionale.

—Modalità di svolgimento

II semestre: 3a–5a–7a–9a–11a–13a–14a settimana
(giovedì) ore 08.45-12.30 / 14.00-17.30 scansione giornaliera (7 ore)
(venerdì) ore 08.45-12.30 scansione giornaliera (3,5 ore)

—Esercitazioni e revisioni

Non sono previste esercitazioni intermedie. L’accesso alle revisioni è su prenotazione via PEO. Nella pagina del docente è disponibile il calendario di massima delle revisioni preventivamente redatto.

—Elaborato finale

Per il conseguimento della materia è prevista la realizzazione di un elaborato da consegnare contestualmente all’esame. L’elaborato finale per essere ammesso dovrà necessariamente avere le seguenti caratteristiche: contenitore di progetti sui temi assegnati (miti e leggende siciliane – la musica nel tempo – i segni della fede – tra realtà e sogno) realizzato con diverse tecniche artigianali a scelta dello studente per ottenere il massimo risultato tecnico-estetico.

—Modalità esame

Esame orale sui testi di riferimento obbligatori e i contenuti illustrati a lezione, sulle capacità creative, abilità tecniche, conoscenze teoriche e culturali sul progetto presentato. La valutazione comprenderà anche l’elaborato finale.

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza dell’immagine e del segno, concetto di grafica e comunicazione visiva, teorie e tecniche della grafica d’arte (xilografia, linoleografia, calcografia, tecniche sperimentali).

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria, non inferiore all’80% della totalità della didattica frontale come previsto da palinsesto, con esclusione dello studio individuale come da Art.10 del DPR n. 212 del 8 luglio 2005.

—Contenuti e programmazione del corso

  1. Presentazione corso, testi e materiali.
  2. Didattica, contenitore, materiali e supporti.
  3. Didattica, Il metodo progettuale di Munari.
  4. Didattica, Tecniche sperimentali contemporanee.
  5. Didattica, Vernice molle, carborudum ed altre.
  6. Laboratorio, Disegni a china per il progetto.
  7. Laboratorio, Disegni a china e acquerello.
  8. Laboratorio, Preparazione matrici di zinco.
  9. Laboratorio, Tecnica indiretta, acquaforte.
  10. Laboratorio, Morsure profonde e goffrature.
  11. Laboratorio, Tecnica indiretta, acquatinta.
  12. Laboratorio, Vernice molle e incisione al sale.
  13. Didattica, Storie di illustrastorie.
  14. Didattica, Artisti incisori contemporanei.
  1. Laboratorio, Monotipi, acquerelli o colori a olio.
  2. Didattica, Il libro Illustrato.
  3. Didattica, Il libro d’artista, storia e collezionisti.
  4. Laboratorio, Prove di stampa al torchio.
  5. Laboratorio, Xilografia.
  6. Laboratorio, Linoleografia.
  7. Laboratorio, Calcografica.
  8. Laboratorio, Policroma, prove colori.
  9. Laboratorio, Stampa con o senza registri.
  10. Laboratorio, Stampa con fondino o collage.
  11. Laboratorio, Tecniche sperimentali al torchio.
  12. Laboratorio, Realizzo libro illustrato o d’artista.
  13. Laboratorio, Costruzione del contenitore.
  14. Laboratorio, Progetto grafico del contenitore.

—Testi di riferimento obbligatori

Bruno Munari, Da cosa nasce cosa, Editori Laterza, 1981;

Francesca Tancini, Ericavale Morello, Storie di illustrastorie, Pitagora Editrice Bologna, 2021.

—Altro materiale didattico

Video, foto e cataloghi consigliati dal docente durante le lezioni.

—Testi di approfondimento consigliati

Jordi Catafal, Clara Oliva, L’Incisione, Il Castello, 2006;

Daniela Vasta, Storie di Incisori. Opere e Protagonisti della grafica moderna e contemporanea, Gangemi, 2019;

Gabri Joi Kirkendall, Jaclyn Escalera, The Joi of Lettering, Magazzini Salani, 2016;

Andrew Hall, Professione Illustratore, Logos, 2011;

Bruno Starita, Xilografia, Calcografia, Litografia. Manuale Tecnico, Alfredo Guida, 1991.

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it

—Nota di trasparenza

Il seguente Syllabus è l’unico documento a cui gli studenti possono fare riferimento per la fruizione e il conseguimento della disciplina nell’a.a. in oggetto, non saranno pubblicati ne presi in considerazione altri programmi didattici. Le informazioni inserite nel presente documento, con particolare attenzione alle caratteristiche delle esercitazioni intermedie, degli elaborati finali e dei testi di riferimento obbligatori, non potranno essere modificate dopo l’avvio della disciplina in oggetto. Tutto ciò che non è specificatamente descritto in questo Syllabus e/o effettivamente svolto a lezione non potrà essere chiesto in fase di esame.