Storia e teoria del videoclip

Syllabus

—Obiettivi formativi

“L’evento fondamentale dell’età moderna è la conquista del mondo come immagine”. M. Heidegger 

Partendo da questa riflessione il corso si svilupperà in specifiche aree di ricerca. Saranno analizzati anzitutto i pionieri della video-art, tra cui Nam June Paik e Wolf Vostel, insieme ad altri protagonisti della ricerca visiva legata alla video d’arte – quindi Bruce Nauman, Giovanni Campus, Bill Viola, Garry Hill –; contestualmente ci sarà un focus sulle esperienze legate ai film d’artista e/o alle sperimentazioni di artisti italiani come Mario Schifano, Umberto Bignardi, Luca Maria Patella, Paolo Gioli. Periodicamente saranno ospitati a lezione artisti e altri operatori che lavorano nell’ambito della sperimentazione audio-visiva, tra cui Rä di Martino, Hermes Mangialardo, Giulio Latini e altri, per analizzare con la viva partecipazione degli artisti le metodologie di ricerca, il rapporto con i collezionisti e il pubblico e i progetti passati e quelli in cantiere. 

Il corso prevede inoltre una sezione dedicata alle esperienze che contrassegnano la ricerca contemporanea sulle immagini in movimento, comprese le analisi dei festival e delle mostre che in anni recenti si sono confrontati con questi temi e i relativi linguaggi.

E’ consigliata la visione dei talk del ciclo Il sistema dell’arte contemporanea: le professioni, a cura di A. Stazzone e L. Madaro, sulla pagina YouTube dell’Accademia di Belle Arti di Catania.



—Modalità di svolgimento

Lezioni su Teams

—Modalità esame

Prova orale

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza adeguata della Storia dell’arte dalla seconda metà degli anni Cinquanta fino agli anni Duemila

—Frequenza delle lezioni

—Contenuti del corso

  1. Nam June Paik, pioniere della video-arte
  2. Bruce Nauman
  3. Mario Schifano e la sperimentazione degli anni Sessanta tra Roma e New York
  4. Umberto Bignardi e le immagini in movimento
  5. Paolo Gioli e il rapporto tra immagini fisse e video
  6. Studio Azzurro e la coralità di un percorso pluridecennale
  7. Attività laboratoriale: costruzione di un portfolio professionale
  1. Talk e momenti di approfondimento con artisti che hanno adottato la video arte nel proprio percorso: Giulio Latini, Hermes Mangialardo e altri nomi.
  2. Artisti della contemporaneità: Marinella Senatore, Adrian Paci

—Testi di riferimento obbligatori

(I materiali didattici e di studio sono disponibili nella cartella della materia su Teams)

Francesco Bernardelli,Video Arte, in F. Poli, Arte contemporanea. Le ricerche internazionali dalla fine degli anni ’50 a oggi, Electa, Milano 2003, pp. 274-319 , Titolo, Casa editrice, anno.

Umberto Bignardi. Sperimentazioni visuali a Roma, catalogo della mostra (Milano, Galleria Bianconi, 2020), a cura di Lorenzo Madaro, testi di L. Madaro e B. Di Marino, Milano 2020. 

Paolo Gioli. Antologica e analogica, catalogo della mostra (Lecce, Bitonto, Pechino), a cura di Bruno Di Marino, Silvana Editoriale, Milano 2021. 

Conferenze, interviste e altri materiali – disponibili su YouTube – visionati durante le lezioni.

Studio Azzurro di Fabio Cirifino, Paolo Rosa, Stefano Roveda e Leonardo Sangiorgi. Feltrinelli. Real Cinema, a cura di Buno Di Marino, Milano 2007. 

Sitografia segnalata durante il corso.

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it