Storia e metodologia della critica d’arte

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il metodo di indagine sull’opera d’arte è, per molti versi, simile a quello usato in criminologia. Non è un caso che in un’opera si cerchino gli indizi, si effettuino confronti e si cerchi di recuperare la storia che sta dietro. Così lo studio del metodo deduttivo di Sherlock Holmes può divenire una guida preziosa da applicare a quello della critica d’arte. Durante il corso, grazie alle informazioni che ci dà la Konnikova in Mastermind, pensare come Sherlock Holmes, vedremo come, grazie a ripetute esercitazioni su opere d’arte contemporanea, possiamo dedurre gli indizi utili in un’opera d’arte e utilizzarli per scrivere una critica.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula.
II semestre: 1a–5a settimana (lunedì – martedì – mercoledì) ore 14.00-16.30

—Modalità esame

Elaborazione di un documento di critica d’arte su almeno cinque artisti contemporanei, seguendo le indicazioni deduttive della Konnikova

—Prerequisiti richiesti

Buona conoscenza della storia dell’arte (soprattutto quella contemporanea).

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Testi di riferimento obbligatori

Mastermind. Testo inserito sulla piattaforma Teams in formato e-pub

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]