Storia del cinema e del video

Syllabus

—Obiettivi formativi

Fornire agli studenti le conoscenze fondamentali per comprendere le opere, i problemi e le tematiche che maggiormente hanno contribuito a fare del Cinema un autonomo mezzo di espressione e a dare della realtà una interpretazione originale, il tutto tendendone una interpretazione critica diacronica e una rappresentazione prospettica.
Del Cinema il Corso non intende sviluppare un percorso asetticamente cronologico, bensì un viaggio per temi e categorie.

Eccole: Altro, Bambini, Commedia, Divismo, Eros, Fantascienza, Guerra, Hollywood, Inizi, Luce, Musical, Neorealismo, Occhio, Paura, Risate, Sonoro, Thriller, Viaggio, Western.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula.

—Modalità esame

L’esame consiste nell’esposizione degli argomenti trattati durante le lezioni ed in riferimento alla bibliografia.

—Prerequisiti richiesti

Nessuno

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Lumiere, Melies, primo cinema in Europa e America.
  2. Griffith, Sennett, western.
  3. Hollywood, Chaplin, Keaton.
  4. L’Avanguardia cinematografica.
  5. Vertov, Kulesov, Pudovkin, Ejzenstejn.
  6. Cinema muto Europeo, Murnau, Lang, Lubitsch, Dreyer.
  7. Il sonoro, Ford, Hawks, la commedia e il musical, fratelli Marx, Disney e Fleischer.

  1. Vigo e Renoir.
  2. Neorealismo italiano, De Sica, Rossellini, Visconti.
  3. Welles e Hitchcock.
  4. Nouvelle vague, Truffaut, Godard.
  5. Antonioni, Fellini, Pasolini, Bergman.
  6. La commedia all’italiana.
  7. Hollywood ’60, Kubrick.
  8. Scorsese, Coppola, Wenders.

—Testi di riferimento obbligatori

F. Di Giammatteo, Storia del Cinema, Marsilio, Venezia;

G. Rondolino, Storia del Cinema, UTET, Torino;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it