Serigrafia

Syllabus

—Obiettivi formativi

La materia si prefigge il compito di mostrare e formare lo studente nella conoscenza della tecnica e dei settori di applicazione rivolto soprattutto allo sviluppo e realizzazione di elaborati visivi. La tecnica è molto antica ma il suo sviluppo e ampliamento tecnico risale al XX secolo grazie, soprattutto, alla realizzazione di supporti e l’utilizzo di materiali che la rendono più agile ed efficiente. Nel campo artistico la sua consacrazione ufficiale risale agli anni sessanta con l’imperare della POP Art e la produzione di massa sia di immagini che di oggetti.
Gli studenti devono produrre elaborati, atti alle applicazioni del corso di appartenenza, rivolti al campo dell’applicazione di illustrazioni in editoria, progettando una copertina e mini poster a tema libero, e al campo dell’arte producendo una stampa d’arte. La realizzazione delle pellicole per l’intaglio, il “typon”, dovranno essere realizzate sia con metodi digitali sia manuali.

—Modalità di svolgimento

Didattica mista in presenza e a distanza (DAD)
Lezioni frontali in aula.
I semestre:  1a–9a settimana (lunedì, martedì e mercoledì) ore 14.00-17.30

—Modalità esame

Esame orale sui testi di riferimento obbligatori e i contenuti illustrati a lezione e inseriti nel programma didattico e la presentazione della cartella con gli elaborati prodotti secondo il programma.

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza del segno e della composizione e della stampa in serie.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. la stampa serigrafica dalle origini ad oggi; evoluzione tecnica e campi di applicazione. La serigrafia per l’arte dalle azioni POP ad oggi.
  2. I quadri di stampa; materiali, la tesatura, i tessuti e le differenze, le pellicole dette diapositive o typon.
  3. La costruzione dell’immagine tra tecniche manuali e digitali. Le tecniche dirette e indirette della serigrafia artistica. L’emulsione fotosensibile.
  4. Gli inchiostri, i supporti per la stampa, gli strumenti, le fasi e i problemi per la stampa e il recupero dei quadri di stampa.
  5. L’era digitale e la costruzione delle pellicole con mezzi meccanici e con i nuovi macchinari per la realizzazione dei quadri; la Goccopro e il mainscreen.

—Testi di riferimento obbligatori

Michel Caza, La serigrafia, editoriale A-Z, 1975;

Istituto Nazionale per la Grafica, Serigrafia – Litografia, De Luca Editore d’Arte;

American Pop-Art, a cura di A. Bonito Oliva – S. Hunter – P. Schimmel, Edizione Eventi Nuova Tavolozza, 1998;trice, anno.

AA. VV “USA POP Serigrafie” – Acireale 1971;

Daniel Tummolillo, VIP – Varius Italian Printmakers, Edizioni del Frisco, 2021. Casa editrice, anno.

—Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it