Scultura 2

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il corso fornirà le competenze concettuali e strutturali atte a favorire il consapevole dispiegarsi del processo creativo e si addentrerà nelle caratteristiche linguistiche e nelle possibilità espressive della scultura. Inoltre analizzerà nel dettaglio gli indirizzi di ricerca  nell’ambito della FORMA, della MATERIA, del TEMA e del CONTESTO approfondendone i meccanismi di interconnessione. Nel contempo si individueranno, con un approccio fenomenologico, alcune opere presenti nel panorama contemporaneo analizzandone le particolarità linguistiche così suddivise per aree di genere formale, materico, tematico o contestuale: figura, corpi frammentati,  strane creature, oggetti post-pop, architetture e arredamenti, diversità culturali, materiali tradizionali, apparati effimeri, la natura come ispirazione, colori superfici e luce, memorie, abbigliamenti, monumentalità, installazioni, gravità, dimensioni  e scala, accumulazioni, minimalismo. 

Nella fattispecie, pertanto, durante il secondo anno si continuerà ad approfondire le tecniche di base ma con un primo approccio a contenuti e tematiche che mostreranno l’avvio di una ricerca personale.


—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in laboratorio.

Entrando nel merito dell’organizzazione del corso, si prevede di richiedere ai partecipanti lo sviluppo di 3 progetti: ogni individuo documenterà i progressi del proprio progetto e la documentazione prodotta farà parte del portfolio di realizzazione di ogni partecipante. In particolare ogni studente che partecipa al programma farà parte delle rete accademica presente su Microsoft Teams. Il comune denominatore sarà dato dalle conoscenze dei principali strumenti di progettazione con lo scopo di fornire un’esperienza di apprendimento unica. 

Il docente fornirà durante la parte teorica del corso contenuti e linee guida per lo sviluppo delle idee e seguiranno, congiuntamente, le ore di laboratorio virtuale assistendo direttamente la modellazione dei vari progetti. 


I semestre:  11a–14a settimana

II semestre: 1a– 6a settimana, 10a– 11a settimana


—Modalità esame

Valutazione dei progetti e delle opere realizzate in laboratorio e relativa relazione.

—Prerequisiti richiesti

Propensione alla visione tridimensionale dell’oggetto nello spazio.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Testi di riferimento obbligatori

Manuale per leggere una scultura di Maurizio Chelli

—Testi di approfondimento consigliati

Il valore del gesso come modello, calco, copia per la realizzazione della scultura di Mario Gudenzo e Tomas Lockmann

I colori del bianco. Policromia nella scultura antica
M. Papini E. Polito

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]