Regia

Materiale Didattico

Programma Regia

Contest Art Director

Riflessi

Corso di Regia

Prof. Stefano Puglisi

Un corso di Regia cinematografica/audiovisiva deve assolutamente partire da un’attenta riflessione sulle tecniche e sulle teorie che sottendono alla produzione del prodotto audiovisivo. Ciò si traduce nella ricerca e messa alla prova del caleidoscopico universo del linguaggio audiovisuale. La Regia è un mestiere teorico-pratico, in cui si deve essere in grado di transcodificare in immagini il senso della realtà che percepiamo. Sceneggiato, talvolta solo appuntato, in presa diretta, in commutazione. In ogni caso, nelle diverse fasi di produzione la regia è quella che si preoccupa di mantenere un certo tono drammaturgico, il quale definisce lo stile, ovvero il miracolo di produrre significato. Perché in definitiva è la riconoscibilità, che non dev’essere confusa con lo stampino di genere, a definire limiti e possibilità della figura del regista.

             Programma: cinema/metacinema

  1. Sul linguaggio cinematografico
  2. Melies vs Lumiere
  3. La visione collettiva
  4. Produzione ed industria
  5. Le diverse “forme” della regia
  6. Mediale, multimediale, ipermediale, intermediale
  7. Metacinema, citazione, autoriflessione
  8. Delle diverse forme di interattività

              Filmografia essenziale

 Nitrato d’argento, Marco Ferreri, 1996.

L’uomo con la macchina da presa, Dizga Vertov, 1929.

Lo stato delle cose, Wim Wenders 1982.

 La palla n 13, Buster Keaton, 1924.

Quarto potere, Orson Welles, 1941.

8e1/2 Federico Fellini, 1963.

Il disprezzo, Jean Luc Godard, 1963.

Lo sguardo di Michelangelo, Michelangelo Antonioni, 2004.

Contest di Regia

Al fine di costituire un laboratorio, capace di mettere alla prova le istanze teoriche prese in esame, attiveremo un vero e proprio contest di regia. 

Regia a soggetto

  1. Individuazione dei soggetti scelti dalla classe attraverso un sistema di voto.
  2. Creazione di gruppi di lavoro e sviluppo del trattamento, decoupagestoryboard, sceneggiatura.
  3. Sviluppo delle sceneggiature scelte dalla classe, conferimento dei diversi incarichi all’interno della produzione audiovisiva.

 Regia in commutazione

  1. Sviluppo di un piano di lavoro che prevede la diffusione del work in progress, backstage del contest, costituendo un account nei social più conosciuti.
  2. Creazione di gruppi di lavoro per la produzione e la selezione del materiale audiovisivo.
  3. Costituzione dei laboratori di regia.

Bibliografia: a carico del docente.