Problemi espressivi del contemporaneo

Syllabus

—Obiettivi formativi

Intento del corso è fornire orientamenti nonché specifici approfondimenti sulle problematiche odiene della comunica e dell’espressività, con particolare riferimento alle questioni poste dalla diffusione dei media digitali. Si parlerà dunque dell’ambito ancora non del tutto delineato che va profilandosi fra estetica, sociologia, antropologia. Le lezioni si concentreranno fra l’altro sui rapporti fra arte e vita quotidiana; sul tema della progressiva gamification della realtà contemporanea; sulle questioni poste dall’enorme successo dei videogiochi; sull’espressività diffusa (selfie, social network, ecc.).


—Modalità di svolgimento

Didattica mista in presenza e a distanza (DAD)
Lezioni frontali in aula.

—Modalità esame

Un esame orale sarà volto alla verifica finale delle conoscenze acquisite, che comprendano le opere in bibliografia, gli ascolti e le visioni condivise durante il corso, e complessivamente quanto proposto durante le lezioni.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Le nozioni di “disintermediazione” e di “gamification” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  2. Comunicazione ed espressività (riferimento: spiegazioni durante le lezioni)
  3. La nozione di “crisi della presenza”, in relazione alle argomentazioni di Ernesto De Martino” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  4. La nozione di “cerimonia del me/mondo” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  5. Le nozioni di “eschaton” e di “katéchon” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  6. Arte e immunizzazione (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  7. La logica della costruzione (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  8. La nozione di “Terzo stato estetico” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  9. NFT, meme e altre forme attuali (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  10. Prosumer, fan, social network (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  11. Il volto come choc (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  12. Forme della narrazione odierna (serie TV, cinema, videogiochi) (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  13. La nozione di “epica implosa” (riferimento: Nuvole sul grattacielo))
  14. La nozione di “nichilismo situazione” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  15. Il fenomeno della “distruzione dei caratteri” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  16. La nozione di “vita mashup” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  17. La nozione di “farsi parole e immagini del tempo-della-vita” (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  18. Il Kitsch (riferimento: Nuvole sul grattacielo)
  19. La nozione di “arte espansa” (riferimento: Mario Perniola, L’arte espansa)
  20. La Biennale del 2013 e la Biennale del 2015 (riferimento: Mario Perniola, L’arte espansa)
  21. Tutti artisti? (riferimento: Mario Perniola, L’arte espansa)
  22. Nuove forme della soggettività estetica (riferimento: Mario Perniola, L’arte espansa)

—Testi di riferimento obbligatori

Giuseppe Frazzetto, Nuvole sul grattacielo. Saggio sull’apocalisse estetica, Quodlibet 2022.

Mario Perniola, L’arte espansa, Einaudi 2015.

—Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]