Graphic design 1

Logo dal greco logos parola. Il marchio è un segno grafico con funzione simbolica. Il "logo" non esiste. Erroneamente adoperato per la rappresentazione di tipologie diverse come marchio, monogramma, simbolo, segno e logotipo.

si dice marchio, no logo.
si dice marchio, no logo.

Alessia Raiti, Monogram. Scrittura come linguaggio non verbale [tesi di Primo Livello], Accademia, Catania, 2016.

1° premio pna design della comunicazione, faenza, 2017
1° premio pna design della comunicazione, faenza, 2017

Tavola di monogrammi accademici dal 2011 al 2018, Open day, palazzo Vanasco, 2018.

raccolta di monogrammi accademici
raccolta di monogrammi accademici

Tommaso Russo, studio di monogramma, 2016–17.

progettazione grafica
progettazione grafica
Freccia destra
Freccia sinistra

Syllabus

— Obiettivi formativi

Fornire una adeguata preparazione progettuale agli studenti della disciplina nel progetto grafico di un artefatto comunicativo nel settore design della comunicazione visiva. Si andrà ad analizzare il basic design come processo iniziale -al dare forma- dell’artefatto: formati UNI, editoriali, segnature tipografiche; layout, griglie di impaginazione, apparati visivi (testo e immagini); il lettering dai caratteri mobili alle font digitali, anatomia del carattere e la classificazione. Modulo portante sarà la conoscenza della storia del progetto grafico del XX secolo dai movimenti storico-progettuali che hanno radici nella Staatliches Bauhaus di Weimar (1919), la Hochschule für Gestaltung di Ulm (1954) e l’International Typography Style di Zurigo (1958) l’era del digitale (1984) fino alla contemporaneità quotidiana.

Il Made in italy sarà introdotto in maniera permanente con l’approfondimento dei protagonisti della grafica italiana nel progetto grafico, dai marchi aziendali alla grafica di pubblica utilità, dall’informazione grafica alla identità visiva nazionali ed internazionali. Un racconto visivo della contemporaneità con interventi di protagonisti della grafica italiana e selezioni di artefatti dalle ultime tendenze dell’Aiap, AGI, Compasso d’Oro e premi nazionali e internazionali sul graphic design.

— Modalità di svolgimento

Didattica a distanza (DAD)
II semestre: 1a–8a settimana (lunedì, martedì, mercoledì) ore 14.30-17.50 scansione giornaliera (5 ore)

— Modalità esame

Esame orale sui testi di riferimento. Voto sulla ricerca progettuale del monogramma. È obbligatoria la revisione del progetto editoriale, non sono ammessi studenti senza progetti revisionati.

— Prerequisiti richiesti

Conoscenza storica del progetto grafico made in italy su Andrea Rauch, Il racconto della Grafica, La casa Usher, 2017 e Daniele Baroni, Maurizio Vitta, Storia del design grafico, Longanesi, 2003. 

— Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

— Contenuti del corso

  1. Presentazione del corso di Progettazione grafica editoriale. Teoria e pratica.
  2. La Carta del progetto grafico del 1989 edita da AIAP Associazione italiana design della comunicazione visiva.
  3. Nascita e storia de graphic design internazionale 1890–2000. Dall’affiche al manifesto contemporaneo.
  4.  Il formato ISO/UNI, la sezione aurea e le segnature editoriali nel processo tipografico editoriale.
  5.  Dal bozzetto al progetto Max Huber il grafico silente 1919–2019. Storia di un designer italo–svizzero.
  6. Proiezione e dialogo su Helvetica di Gary Hustwit, Plexifilm (95’, 2007). Un carattere svizzero nato nel 1957.
  7. La forma della pagina, il sistema griglia. Dal Politecnico di Albe Steiner al sistema svizzero modulare.
  8. Dal carattere tipografico alla font digitale. Evoluzione dei carattere a stampa Textura del 1455 a tutt’oggi.
  9. Marchi e logotipi, immagini di cultura 1/2. Si dice marchio no logo. Teoria e prassi.
  10. Marchi e logotipi, immagini di cultura 2/2. classificazione dei marchi e registrazione.
  11. Storia del progetto grafico italiano, nascita del mestiere di grafico dal 1933 al 2000 1/3.
  12. Verifica intermedia esercitazioni del corso. Tutoraggio con studenti del biennio del secondo anno.
  13. Storia del progetto grafico italiano, nascita del mestiere di grafico dal 1933 al 2000 2/3.
  1. Storia del progetto grafico italiano, nascita del mestiere di grafico dal 1933 al 2000 3/3.
  2. La grafica contemporanea dal 2008 al 2020. Uno spaccato contemporanei dei progettisti italiani.
  3. Seminari: Isabella Gliozzo, Progettare al femminile 1914–2016; Sofia De Grazia, Dal polo hard alla metodologia progettuale contemporanea.
  4. La grafica senza regole del XX secolo. Nascita del desktop publishing e caratteri digitali nel 1989.
  5. Monogrammi teoria e progettazione. Studio, ricerca e progetto di un monogramma accademico.
  6.  Monograms archive collezione di monogrammi accademici https://www.instagram.com/monogramsarchive/.
  7. Panoramica software Adobe Illustrator® CC 2021. Grafica di grande impatto. Proprio ovunque. 1/2 a cura dei cultori della materia: Leonardo Maltese e Tommaso Russo.
  8. Panoramica software Adobe Illustrator® CC 2021. Grafica di grande impatto. Proprio ovunque. 2/2 a cura dei cultori della materia: Leonardo Maltese e Tommaso Russo.
  9. Panoramica software Adobe InDesign® CC 2021. La progettazione di layout volta pagina. 1/2.
  10. Panoramica software Adobe InDesign® CC 2021. La progettazione di layout volta pagina. 2/2.
  11. Verifica conclusiva esercitazioni del corso. Tutoraggio con studenti del biennio del secondo anno.
  12. Urbino e Albe Stenier. Segnaletica per un centro storico 1967–69. Oggi è già domani.

— Testi di riferimento obbligatori

Giovanni Anceschi, Monogrammi e figure. Teorie e storia della progettazione di artefatti comunicativi, La casa Usher, 1981, saggi: Il campo della grafica e il marchio.

Adrian Frutiger, Segni & simboli. Disegno, progetto, significato, Stampa Alternativa & Graffiti, 1996.

Andrea Rauch, Il racconto della Grafica, La casa Usher, 2017.

Carlo Vinti, La Grafica italiana dal 1945 a oggi, Giunti, 2016.

Sergio Polano, Pierpaolo Vetta, Abecedario. La grafica del Novecento, Electa, 2002.

Vanni Pasca, Dario Russo, Corporate image. Un secolo d’immagine coordinata dall’AEG alla Nike, Lupetti, 2005.

Gianni Latino, Graphic Design guida alla progettazione grafica, LetteraVentidue, 2011.

Daniele Baroni, Maurizio Vitta, Storia del design grafico, Longanesi, 2003.

Testi di riferimento consigliati

Michele Spera, Abecedario del grafico. La progettazione tra creatività e scienza, Gangemi Editore, 2005.

Ellen Lupton, Caratteri, testo, gabbia. Guida critica alla progettazione grafica, Zanichelli, 2010.

Giorgio Camuffo, Mario Piazza, Carlo Vinti (a cura di), TDM5: Grafica Italiana, Corraini Edizioni, 2012.

Gavin Ambrose, Paul Harris, Il libro del layout. Storia, principi e applicazioni, Zanichelli, 2017.

Ben Bos, Elly Bos, Graphic design dal 1950 ad oggi, AGI-Electa, 2003.

Giorgio Fioravanti, Il Dizionario del grafico, Zanichelli, 1997.

Dario Russo, Free Graphics. La grafica fuori delle regole nell’era digitale, Lupetti, 2006.

Gavin Ambrose, Paul Harris, Il manuale del graphic design* progettazione e produzione, Zanichelli, 2009.

Lewis Blackwell, Caratteri e tipografia del XX secolo, Zanichelli, 1995.

Daniele Baroni, Il manuale del design grafico, Longanesi, 2015.

Francesco Dondina (a cura di), Signs grafica italiana contemporanea, Spazio Base Milano, 2016.

Massimo Vignelli, The Vignelli canon, http://www.vignelli.com/canon.pdf, 2008.

— Testi per letture scelte

Antonio Gramsci, Odio gli indifferenti, Chiarelettere, 2015.

Italo Calvino, Le città invisibili, Mondadori, 2015.

Carlo Levi, Le parole sono pietre, Einaudi, 2010.

Leonardo Sciascia, Il giorno della civetta, Einaudi, 2010.

José Saramago, Cecità, Universale Economica Feltrinelli, 2013.

— Materiale didattico

All’interno della pagina dedicata alla disciplina, saranno presenti alcuni argomenti trattati durante le lezioni come  approfondimento su supporto didattico digitale e multimediale (slides, video, monografie, articoli e saggi, etc.).

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze.
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it