Disegno per l’incisione

Syllabus

—Obiettivi formativi

La materia prevede lo studio tecnico e storico del disegno, visionando e analizzando la sua natura nei secoli, del ‘400, ‘500, ‘600, ‘700, ‘800, ‘900, proponendosi l’acquisizione degli aspetti espressivi, mediante la diversa natura e le caratteristiche peculiari dei segni, del loro rapporto grafico del segno e del tono, la conoscenza delle scale tonali, della composizione dei materiali.

Il piano di lavoro prevede l’esecuzione di elaborati, con l’aiuto di tematiche a scelta tra quelle proposte, realizzati a tratto, a tono, a colori, legati al settore in questione o come opere autonome. Le lezioni saranno corredate da parti teoriche che illustrano i punti sopra citati e le caratteristiche legate alle tecniche e, in particolar modo, rivolte, oltre ad una buona conoscenza delle stesse, allo sviluppo grafico individuale legato all’indole e alle esigenze espressive personali di ogni studente.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula. Svolgimento delle lezioni a distanza (DAD) suddivise in una parte teorica, espletata con l’ausilio di immagini e/o video, e da una parte di laboratorio. È richiede la partecipazione attiva dello studente durante le lezioni.
II semestre:  1a–8a settimana (giovedì, venerdì e sabato) ore 08.15-13.15

—Modalità esame

Gli studenti sono tenuti a partecipare alle revisioni periodiche e gli elaborati devono essere presentati entro le ore di lezione.
Lo svolgimento degli esami sarà orale, basato sui testi indicati riguardanti gli argomenti trattati durante le lezioni, dall’elaborato teorico monografico scritto, concordato col docente e coerente col programma, e la presentazione degli elaborati grafici richiesti organizzati in una cartella.

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza dei materiali e presentazione di disegni realizzati in precedenza. Ogni studente dovrà indicare proporre le proprie ricerche da discutere e sviluppare duranti il corso delle lezioni di laboratorio.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Natura e tipologie del disegno. Supporti, materiali, tecniche e metodi.
  2. Lo spazio, il campo, gli equilibri, la composizione, il punto e la linea, la forma. Gli studi di Kandinsky.
  3. Il disegno nell’antichità sino al Medio Evo.
  4. L’avvento e la produzione della Carta. Composizione e tipologie. Metodologie di applicazione del disegno.
  5. Le teorie Neoplatoniche basilari per l’Umanesimo e Rinascimento.
    La cosiddetta nascita del disegno.
  1. Il disegno strutturale e fisico della Scuola fiorentina e quello luminoso della Scuola veneta.
  2. Strutture e vicende del disegno nel seicento e ne settecento.
  3. natura e controversia del disegno Romantico e Neoclassico.
    Disputa tra Longhi e Cicognara.
  4. Vicende e soluzioni del disegno nel XX secolo sino ai giorni nostri.
    I supporti digitali.
  5. Le diverse tipologie e adattamento del disegno nei vari settori
    di applicazione.

—Testi di riferimento obbligatori

Francesco Negri Arnolfi, Simonetta Prosperi Valenti “Il Disegno nella Storia dell’Arte Italiana”, Carrocci, 2019;

AA.VV “Il Disegno”, istituto Bancario San Paolo Torino, 1991;

STORIA DELL’ARTE ITALIANA – GRAFICA E IMMAGINI, I Scrittura e Miniatura, vol. 9, EINAUDI;

Pierre Rosenberg, “Dal disegno alla pittura”, Mondadori Electa, 2002;

Harold Speed, “The Practice of Drawing”, Dover Pubblications, Inc., New York, 2018;

Andreina Griseri “il Disegno”, Einaudi;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it