Computer games e culture della gamification

Syllabus

—Obiettivi formativi

Le lezioni si concentreranno sul tema della progressiva gamification della realtà contemporanea. Il punto di partenza sarà individuato nell’enorme successo dei videogiochi, i quali costituiscono tuttavia un ambito specifico, laddove la gamification tende a trasformare in senso ludico l’intera compagine della vita quotidiana, dei rapporti personali, del lavoro. Si parlerà dunque di “culture della gamification”, accennando all’ambito ancora non del tutto delineato che va comunque profilandosi fra estetica, sociologia, antropologia.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula.

—Modalità esame

Orale

—Prerequisiti richiesti

Nessuno


—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Differenti significati della nozione di gamification (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  2. Gamification e gentryfication (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  3. Disintermediazione (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  4. Estetica dei videogiochi (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  5. Problematiche odierne delle narrazioni (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  6. Narrazione e videogiochi (cut scene, gameplay) (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  7. La nozione di “ergodico” (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  8. Teorie del gioco (Huizinga, Caillois, Bateson) (riferimento: Bartezzaghi, La ludoteca di Babele).
  9. Distinzione fra game e play (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  10. Etica del gioco (riferimento: Bartezzaghi, La ludoteca di Babele).
  11. Trasparenza/ ipermediazione (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  12. Cenni sulla nozione di “biopolitica” (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  13. L’industria culturale (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  14. La nozione di “postmoderno” (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  1. Comportamento pubblico e “perdita del senso del luogo” (Goffman, Meyrowitz) (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  2. La nozione di geek (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  3. Tematiche identitarie e individualismo (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  4. Differenze tra i paradigmi “coltivazione” e “caccia/raccolta” (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  5. La cultura del narcisismo (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  6. Crisi dell’etica del lavoro (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  7. Pubblicità e “mobilitazione” degli utenti (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  8. “Realtà” e fake (il caso Exit Through the Gift Shop) (riferimento: Frazzetto, Epico Caotico, con aggiunte proposte a lezione).
  9. Il gioco come labirinto (riferimento: Bartezzaghi, La ludoteca di Babele).
  10. Gioco e ambiguità (riferimento: Bartezzaghi, La ludoteca di Babele).
  11. “Simulacri” (riferimento: Bartezzaghi, La ludoteca di Babele).
  12. Ludopatia (riferimento: Bartezzaghi, La ludoteca di Babele).
  13. La nozione di “nonluogo” (riferimento: Augé, Disneyland).
  14. Vita quotidiana ed estetizzazione ludica Augé, Disneyland).

—Testi di riferimento obbligatori

Giuseppe Frazzetto, Epico Caotico. Videogiochi e altre mitologie tecnologiche, Fausto Lupetti Editore, Bologna 2015, a cui si aggiungeranno precisazioni e postille, contenute in una breve raccolta di testi;

Stefano Bartezzaghi, La ludoteca di Babele. Dal dado ai social network: a che gioco stiamo giocando?, UTET;

Marc Augé, Disneyland e altri nonluoghi, Bollati Boringhieri;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it