Salvatore Lo Iacono

Freccia destra
Freccia sinistra

Profilo biografico

(Palermo,1968). Salvo Lo Iacono, Docente dal 1995, dell’ Istituto D’Arte e del Liceo Artistico di Palermo e Bagheria, della cattedra di Scenografia di Sassari e Catania. Scenografo realizzatore, Costumista e Pittore.

Pittore e Scenografo ,Ha lavorato con Enti Teatrali Pubblici e Privati Realizzando scene e Allestimenti : tra cui: 1995 Scene per l’opera “Dafne” 1994e1990” Il Festevole Trionfo. 1994 “La Colomba ferita” Allestimenti Teatro Massimo di Palermo. 1991 scenografie per il Musical Teatro Municipale di Drummojne a Sidney (Australia). 1995 Scenografie “Tavole e favole” ‘Ambasciata Francese -Realizzazione il Guerriero Italia, Spagna, Francia e Tunisia. 2003-2002 Realizzazione scene ,per “Finale di partita” regia Pietro Cartiglio, ,Teatro Stabile di Palermo 1996 elementi scenici per ” Morte di Socrate-dialoghi sull’anima Zephir Ensemble, Palermo di Scena 2002 scene per “Delirio a due” regia di Carriglio, ,Teatro Biondo Stabile Palermo 1996 Realizzazione 1l ladro” Landolfì Palermo di Scena 1991 Progettazione delle scene e dei costumi “Andelson e Salvini” di Vincenzo Bellini, l Teatro Bellini di Catania – 2006 Scene per lo spettacolo “Nozze di Sangue” Giornata della Memoria, Magazzini ICRE Bagheria. 1996 scene di ‘Un’ incontro di regolo” “Wakefield”di Nathaniel Hwthorne con musiche di La Licata Ambientazione scenica per “La Civetta” musiche di Satie e Gagliano 2009 “La Torre Rosa” di DE CHIRICO ‘,Palazzo Cutò ,Bagheria 2003 RETABLO ,Unione Cattolica Artisti.I 8° Rassegna d’arte Sacra,Palermo 2002 “ 1990 Allestimenti in mostra, Palazzo Buonocore di Palermo.– Ente Autonomo Teatro Massimo di Palermo– “Descrizione dell’isola Ferdinandea” di G.Pennisi -Teatro Bellini Catania-festival Belliniano

Discipline

  • Triennio
  • Scenografia 2

    Codice ABPR 22 / 14 Crediti / 175 ore

    DAPL05 - Scenografia teatro, cinema e televisione

  • Biennio
  • Scenografia per la televisione

    Codice ABPR 22 / 10 Crediti / 125 ore

    DASL05 - Scenografia, teatro, cinema e televisione