Giuseppe Frazzetto

Freccia destra
Freccia sinistra

Profilo biografico

Giuseppe Frazzetto è nato a Catania nel 1955. Si è laureato in Lettere Moderne presso l’Università di Catania. Da molti anni insegna presso l’Accademia di Belle Arti di Catania. È critico d’arte, saggista, studioso di estetica e di sociologia della cultura.

Giuseppe Frazzetto dedica la sua attività di storico e teorico alla delineazione dell’ambito complessivo (culturale, sociale, estetico, antropologico) in cui si determina la crisi dell’arte – e la sua eventuale “guarigione”.
Di conseguenza propone un metodo orientato alla ricerca dei frammenti del sensato dispersi nelle pratiche artistiche propriamente dette ma anche negli usi delle tecnologie digitali nonché nelle immagini che accompagnano o determinano la vita quotidiana.

Critico d’arte per il “Giornale del Sud” ed Espresso Sera”; poi (dal 1984) per “La Sicilia”.

Ha collaborato o ancora collabora con le seguenti riviste specializzate: “Apeiron” (di questa rivista è stato redattore), “Arte e critica”, “De Pictura” “G|A|M|E. The Italian Journal of Game Studies”, “Hi-Art”, “Il giornale dell’arte”, “Segno”, “Tema celeste”, “Terzoocchio”, “Tribeart”.

Ha curato numerose mostre d’arte contemporanea. Ha pubblicato (fra gli altri) i volumi:

Solitari come nuvole. Arte e artisti in Sicilia nel ‘900

Molte vite in multiversi. Nuovi media e arte quotidiana

Epico Caotico. Videogiochi e altre mitologie tecnologiche

Artista sovrano. L’arte contemporanea come festa e mobilitazione

Nuvole sul grattacielo. Saggio sull’apocalisse estetica.

Giuseppe Frazzetto (fotografia di Carmelo Nicosia)