Storia dell’arte contemporanea 1 A-L (Nuove Tecnologie dell’arte)

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il corso rappresenta la prima parte di un percorso, che sarà completato al secondo anno con Storia dell’arte contemporanea 2 arrivando all’arte dei nostri giorni, strutturato in modo da far sì che gli studenti acquisiscano le conoscenze artistiche relative al periodo analizzato partendo dal contesto storico-culturale e, al contempo, sviluppino un approccio critico. Gli argomenti saranno affrontati secondo un approccio tematico che prevede anche alcuni approfondimenti monografici.
L’approccio tematico sarà centrato sul concetto di multimedialità; gli approfondimenti monografici saranno dedicati ad alcuni artisti il cui gesto è ritenuto dissacrante oltre che imprescindibile per capire anche gli sviluppi futuri delle varie arti: Marcel Duchamp, Yves Klein, Andy Warhol.
Gli studenti avranno modo di partecipare attivamente, sia ad ogni singola lezione che al momento della verifica intermedia, cosicché l’esame finale rappresenterà solo uno dei momenti del corso, un momento durante il quale sintetizzare quel che si è costruito grazie alla partecipazione alle lezioni, all’interazione con il gruppo e allo studio individuale.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali e lezioni partecipate. 
I concetti saranno proposti partendo dall’analisi di dipinti, sculture, fotografie, cortometraggi, video e documentari.
Sarà sempre dato spazio alla partecipazione attiva degli studenti.

I semestre: 1a–6a settimana (lunedì, martedì, mercoledì) ore 08.45–10.30

—Modalità esame

Verifica intermedia ed esame finale

Verifica intermedia:
Power point #1

Progetto #1 La verifica intermedia si svolgerà nel corso della sesta settimana di lezione e la valutazione sarà tenuta in conto ai fini della valutazione dell’esame finale.
Gli studenti, divisi in gruppi, saranno tenuti ad effettuare delle ricerche in rete e a realizzare 4 brevi montaggi video (3-5 minuti ciascuno) incentrati sul contesto storico e culturale dei periodi oggetto del corso:

  1. Dalla metà alla fine dell’Ottocento
  2. Dall’inizio del Novecento agli Anni ’40
  3. Anni ’50
  4. Anni ’60

Tutti i lavori saranno visionati in aula (contest); i montaggi più efficaci potranno essere selezionati per ulteriori progetti.

Esame finale

L’esame darà conto della visione personale di ogni singolo studente e consisterà in un colloquio su tutto il corso, dunque verterà su:

  • opere, autori, argomenti affrontati durante le lezioni
    (vedi sotto Contenuti del corso)
  • testi riportati in bibliografia
    (vedi sotto Bibliografia obbligatoria)
  • filmati analizzati a lezione
    (vedi sotto Filmografia)

La metodologia dell’esame sarà la stessa utilizzata durante il corso, dunque il discorso partirà sempre dall’analisi delle opere presenti sui libri di testo per ampliarsi sul contesto e sarà favorito un atteggiamento critico e personale piuttosto che uno prettamente nozionistico.

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza scolastica della Storia dell’arte dai graffiti preistorici alle avanguardie storiche

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria, non inferiore all’80% della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale come da Art.10 del DPR n. 212 del 8 luglio 2005.


—Contenuti del corso

Si partirà dal punto di svolta rappresentato dalla rivoluzione industriale e dall’impatto

  • Accenni al clima culturale della seconda metà dell’Ottocento; seconda rivoluzione industriale, esposizioni universali, scoperte scientifiche e invenzioni tecnologiche del periodo e impatto sulle arti; punto di svolta rappresentato dalla nascita della fotografia, della cronofotografia, del fotodinamismo, del cinema e della pubblicità sulle arti; distinzione approccio al mezzo cinematografico da parte di Auguste e Louis Lumière e di Georges Méliès.
  • Analisi dell’importanza delle Avanguardie storiche, in particolare del loro rapporto con il pubblico e di quanto delle ricerche iniziate in quel periodo sia rintracciabile ancor oggi nelle varie pratiche artistiche, soprattutto per quanto riguarda il Dadaismo e il Surrealismo (approfondimento lavoro di Marcel Duchamp e delle ragioni che hanno portato il suo approccio a rivoluzionare il corso dell’arte; Man Ray, Dalì, Magritte: analisi opere e filmati).
  • Analisi dell’arte degli anni ’50 e ’60, sempre ponendo maggiore attenzione ad artisti e ad opere dove è più importante il superamento dei confini tra le varie tecniche e le varie forme d’arte (vedi sotto Elenco artisti).
  • Approfondimenti sul multiforme operato di Yves Klein e di Andy Warhol.

Elenco artisti anni ’50 e ’60
  • Anni ’50
  • Informale
    Alberto Burri  
    Jean Dubuffet  
    Jean Fautrier  
    Lucio Fontana 
    Kazuo Shiraga 
    Cy Twombly
  • Espressionismo astratto
    Willem De Kooning 
    Franz Kline 
    Barnett Newman  
    Jackson Pollock 
    Mark Rothko  
  • Spazialismo e arte nucleare
    Enrico Baj
    Lucio Fontana
  • New Dada
    Jim Dine 
    Jasper Johns 
    Robert Rauschenberg 
  • Figura umana
    Francis Bacon  
    Balthus 
    Lucian Freud 
    Alberto Giacometti 
    Henry Moore 
  • Anni ’60
  • Pop Art
    Piero Gilardi 
    Richard Hamilton 
    David Hockney 
    Allen Jones 
    Roy Lichtenstein 
    Claes Oldenburg 
    Eduardo Paolozzi 
    Pino Pascali 
    James Rosenquist 
    Mario Schifano 
    George Segal 
    Andy Warhol 
    Tom Wesselmann 
  • Nouveau Réalisme e Azimuth
    Arman
    Enrico Castellani 
    César 
    Yves Klein 
    Piero Manzoni 
    Louise Nevelson
    Mimmo Rotella 
    Daniel Spoerri 
    Jean Tinguely 
  • Arte cinetica e programmata
    Alexander Calder 
    François Morellet 
    Julio Le Parc 
    Otto Piene
  • Minimal Art
    Carl Andre 
    Daniel Buren 
    Dan Flavin 
    Donald Judd 
    Robert Ryman 
  • Arte povera
    Giovanni Anselmo 
    Alighiero Boetti 
    Pier Paolo Calzolari 
    Luciano Fabro
    Jannis Kounellis 
    Mario Merz 
    Giuseppe Penone 
    Michelangelo Pistoletto 
    Gilberto Zorio
  • Happening e Fluxus
    Joseph Beuys 
    John Cage 
    Allan Kaprow 
    George Maciunas
    Charlotte Moorman e Nam June Paik 
    Yoko Ono

—Testi di riferimento obbligatori

Janis Mink, Duchamp, Taschen;

Hannah Weitemeier, Klein, Taschen;

Klaus Honnef, Warhol, Taschen;

Aa. Vv., Contemporanea. Arte dal 1950 ad oggi, Electa:
Anni Cinquanta: Panorama artistico internazionale; Informale; Espressionismo astratto; Spazialismo e arte nucleare; New Dada; Figura umana;
Anni Sessanta: Panorama artistico internazionale; Pop Art; Nouveau Réalisme e Azimuth; Arte cinetica e programmata, Minimal Art, Arte povera; Happening e Fluxus:



Filmografia obbligatoria

La Sortie de l’usine Lumière (L’uscita dalle Officine Lumière),
di Auguste e Louis Lumière, F,1895, 45’’;

Entrée d’un train en gare de la Ciotat (L’arrivo di un treno alla stazione
di La Ciotat), di A. e L. Lumière, F, 1896, 50’’;

L’homme orchestre (L’uomo orchestra), di Georges Méliès F, 1900, 1’41’’;

Le voyage dans la lune (Il viaggio verso la luna), di Georges Méliès,
F, 1902, 15’;

Entr’acte (Tra gli atti) di René Clair e Francis Picabia, F, 1924, 22’;

Le retour a la ràison (Il ritorno alla ragione) di Man Ray, F, 1923, 3’;

Anémic Cinéma (Cinema Anemico) di Marcel Duchamp, F, 1926, 7’;

Dreams That Money Can Buy di Hans Richter: episodio Discs, sceneggiatura di Duchamp, musica di John Cage, USA, 1947, 4’;

Un chien andalou (Un cane andaluso) di Luis Buñuel, soggetto e scen.
di Buñuel e Dalì, F, 1929, 21’;

L’âge d’or (L’età d’oro) di Luis Buñuel, soggetto e sceneggiatura di Buñuel
e Dalì, F, 1930 (trailer 1’20’’);

Destino di Salvador Dalì e Walt Disney, USA, 1945-2003, 6’;

Spellbound (Io ti salverò) di Alfred Hitchcock, USA, 1945 (scenografia del sogno di Salvador Dalì, 3’30’’);

Father of the Bride (Il padre della sposa) di V. Minnelli, USA, 1950 (scenografia del sogno di Dalì, 1’18’’);

Home Movies di René Magritte, 1956-57 (riprese amatoriali);

Intervista a Duchamp, USA,1956, 30’(James Johnson Sweeney, ex direttore del Guggenheim Museum, intervista Duchamp tra le opere della Collezione Arensberg del Philadelphia Museum of Art https://www.youtube.com/watch?v=Wuf_GHmjxLM;

Yves Klein Antropometries, TateShots, https://www.youtube.com/watch?v=gj9nHa7FtQQ;

Hans Namuth, Jackson Pollock 51, USA 1951(clip 3’52’’) https://www.youtube.com/watch?v=CrVE-WQBcYQ;

Jean Michel Vecchiet, Andy Warhol. Factory man, F, 2007, 53’ https://www.youtube.com/watch?v=AIJuc_dI228;

Beatles, Strawberry Fields Forever (4’23’’);

John Lennon & The Plastic Ono Band, Imagine (3’54’’);

Arte Povera 1967/2011, Germano Celant, Triennale Milano 2011 (documentario di backstage 8’33’’) https://www.youtube.com/watch?v=cBR1X4z5EMY;

Warhol e Beuys alla Galleria Lucio Amelio, Napoli 1980 https://www.raicultura.it/arte/articoli/2018/12/Andy-Warhol-Una-giornata-come-tante-912b490a-935b-4283-aeb4-beebf1b4248a.html;

Ulteriore filmografia e videografia indicata a lezione

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]