Scultura 1 A-L

Syllabus

—Obiettivi formativi

L’obiettivo del corso è quello di perfezionare le capacità grafico-progettuali e tecnico-pratiche della modellazione plastica ed altresì di fare acquisire nozioni utili ad incrementare le conoscenze di ruolo professionale.
Durante il percorso formativo ci si prefigge di sviluppare la capacità interpretativa, la consapevolezza dei valori della forma, del volume, dello spazio e della superficie.
Si focalizzerà l’interesse sul dialogo della scultura con spazio e del suo rapporto imprescindibile con la luce.
Si cercherà di stimolare la ricerca attraverso lo studio dei nuovi linguaggi contemporanei e l’apprendimento di tecniche all’avanguardia.

—Metodologia

Lezioni frontali in aula.

Studio grafico progettuale: occasione di riflessione e chiarificazione dell’idea progettuale ed individuazione dei materiali adeguati, realizzazione di cartella con elaborati grafici.
Studio plastico: esecuzione dell’opera ideata nel suo sviluppo in bassorilievo, altorilievo o in tuttotondo.
Relazione finale: illustrazione del processo creativo con riferimento storico-artistico, descrizione dei materiali e della tecnica utilizzata per la realizzazione.

—Modalità esame

Valutazione dei progetti grafici e delle opere realizzate in laboratorio e relativa relazione tecnica. Approfondimento teorico degli argomenti trattati durante le lezioni frontali.

—Prerequisiti richiesti

Propensione alla visione tridimensionale dell’oggetto nello spazio. Capacità di modellazione plastica.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Testi di riferimento obbligatori

P. Clerin, Manuale di scultura. Tecniche, materiali, realizzazioni, Sovera Edizioni;

—Testi di riferimento consigliati

A. Vattese, Si fa con tutto – Il linguaggio dell’arte contemporanea, Editori LaTerza, 2015;

H. George, The elements of sculpure, Phaidon, 2014;

Contemporanea. Arte dal 1950 ad oggi, Mondadori Electa, 2012;

W. Kandinsky, Lo spirituale nell’arte, SE, 2005;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it