Progettazione grafica editoriale

Workshop con Giovanni Anceschi, palazzo Vanasco, Catania, 2017.

Grundkurs, grundlehre, basic design
Grundkurs, grundlehre, basic design

Mostra di artefatti comunicativi, casa della Memoria, Milano, 2019.

la memoria rende liberi
la memoria rende liberi

Frammenti visivi di lezioni in aula, sede di Reclusorio del Lume, Catania, 2018.

dalla lastra al foglio macchina
dalla lastra al foglio macchina

Workshop con Giovanni Anceschi, palazzo Vanasco, Catania, 2017.

GRUNDKURS, GRUNDLEHRE, BASIC DESIGN
Grundkurs, grundlehre, basic design

Gianni Latino (a cura di), catalogo della mostra, palazzo Vanasco, Catania, 2017.

armando testa 1917–2017
armando testa 1917–2017

Cartoline della mostra, La nuova dogana, Catania, 2016.

artefatti multimodali
artefatti multimodali
Freccia destra
Freccia sinistra
Freccia destra
Freccia sinistra

Syllabus

—Obiettivi formativi

Fornire una adeguata conoscenza progettuale agli studenti della disciplina per la progettazione di una collana editoriale ≪Alfabeti tipografici≫ composta da tre tomi Numeri, Lettere e Segni. Lo studente svolgerà il ruolo di “artigiano intellettuale” in ambito editoriale, o del ≪grafico redattore≫ come lo definiva Albe Steiner (1913-1974), il progettista grafico come narratore visivo di storie di contenuto e di contenitore. 
Occupandosi del contenuto (argomento della ricerca a sua scelta) e del contenitore, narrando l’oggetto libro dalla scelta del formato, caratteri, carta, legatura e linea editoriale. Ampio spazio sarà dedicato al Basic Design Grundkus cominciato col Bauhaus (1919) da Paul Klee, Johannes Itten, Josef Albers e poi Tomás Maldonado e Giovanni Anceschi alla Hochschule für Gestaltung (HfG) di Ulm. Formulazioni svolte in aula che permettono al progettista di attribuire una forma attraverso il basic design cuore della disciplina del designer. Il percorso progettuale  prevede la realizzazione delle diverse fasi dell’oggetto-libro: dare forma, marginatura, composizione e imposizione per concludersi con la realizzazione del file esecutivo per la stampa. 
Una riflessione sull’immagine fotografica: contenuto, contesto e senso. Pagina e sequenza. Il progettista diventa autore impaginando determina contesti definendo il senso, diventiamo auto senza saperlo. Tutto questo indagando i fattori responsabili della messa in atto del processo di interazione tra immagine e contesto, processo fondamentale della definizione del senso. 
I workshop-culturali si svolgeranno durante l’anno accademico in corso, mirano a valorizzare il territorio locale, regionale e nazionale con mostre sulla cultura del progetto grafico, dove lo studente diventa autore dell’artefatto comunicativo in mostra tra contenuto e contenitore.

—Modalità di svolgimento

Didattica a distanza (DAD)
I semestre: 1a–8a settimana (giovedì, venerdì e sabato) ore 08.30–11.50 scansione giornaliera (5 ore)

—Modalità esame

Esame orale sui testi di riferimento. Voto sulla ricerca progettuale e narrativa della collana editoriale ≪Alfabeti tipografici≫. È obbligatoria la revisione del progetto editoriale, non sono ammessi studenti senza progetti revisionati. I tomi dovranno essere consegnati stampati all’esame. I file pdf inviati via mail per archivio sul progetto grafico.

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza storica del campo editoriale italiano e utilizzo di software di Desktop publishing.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Presentazione del corso di Progettazione grafica editoriale. Teoria e pratica.
  2. Narrazione visiva della collana «alfabeti tipografici» Numeri, lettere e segni tra contenuto e contenitore.
  3. Proiezione e dialogo su Linea rossa. Insieme per un disegno di cambiamento, Ardaco Productions (54’, 2008).
  4. Processo tipografico. Stampa offset, lastre, fogli macchina, segnature e impaginazione 1/2. 
  5. Processo tipografico. Stampa offset, lastre, fogli macchina, segnature e impaginazione 2/2.
  6. Proiezione e dialogo su Typeface. Characters both wooden & human , Kartemquin educational (76’, 2012).
  7. Progettazione di un libro 1/4 <Dare forma>. I metodi aurei di armonia, equilibrio e proporzione.
  8. Progettazione di un libro 2/4 <Marginatura>. La distribuzione degli oggi visivi nella pagina.
  9. Proiezione e dialogo su Adrian Frutiger Schriftengestalter, Eva film (54’, 2004).
  10. Progettazione di un libro 3/4 <Composizione>. Comporre i caratteri nella forma tra corpo e interlinea.
  11. Progettazione di un libro 4/4 <Imposizione>. Impostazione, imposizione e messa in macchina.
  12. Proiezione e dialogo su Design is One Lella & Massimo Vignelli , First Run Features (79’, 2013).
  13. Basic design—grundkurs—pratica e teoria per la pedagogia del design Scioltezza del gesto Johannes Itten.
  1. Basic design—grundkurs—pratica e teoria per la pedagogia del design Antiprimadonna Maldonado.
  2. Proiezione e dialogo su Linotype Genius. Passion. And really hot metal, Onpaperwings (76’, 2012).
  3. Basic design—grundkurs—pratica e teoria per la pedagogia del design Il nero come colore Johannes Itten
  4. Basic design—grundkurs—pratica e teoria per la pedagogia del design influenzamento dell’ordine di lettura Giovanni Anceschi.
  5. Proiezione e dialogo su Giambattista Bodoni. Il principe dei tipografi, CineTeleAudio (49’, 2014).
  6. Presentazione del piano dell’opera della collana editoriale «alfabeti tipografici» progetto finale.
  7. Formati editoriali, cataloghi d’arte, monografie e libri scientifici e di studio come narrazione visuale.
  8. Proiezione e dialogo su Il mestiere del libro. Alberto Tallone, Digivi (31’, 2010).
  9. L’immagine fotografica: contenuto, contesto e senso. Pagina e sequenza 1/2.
  10. L’immagine fotografica: contenuto, contesto e senso. Pagina e sequenza 2/2.
  11. Proiezione e dialogo su Milton Glaser To Inform & Delight, Arthouse films (73’, 2008).
  12. Bodoni, l’errore tipografico è una cosa maligna. Conclusioni e riflessioni del corso.

—Testi di riferimento obbligatori

Albe Steiner, Il mestiere di grafico, Einaudi, 1978.

Jan Tschichold, La forma del libro, Edizioni Sylvestre Bonnard, 2003.

Jost Hochuli, ll particolare nella progettazione grafica, Compugraphic, 1988.

Jost Hochuli, Come si fa un libro, Agfa-Gevaert, 1989.

Robert Bringhurst, Gli elementi dello stile tipografico, Edizioni Sylvestre Bonnard, 2001.

Warren Chappell, Robert Bringhurst, Breve storia della parola stampata, Edizioni Sylvestre Bonnard, 2004.

Sigfrid Henry Steinberg, Cinque secoli di stampa. Tipografia e caratteri, libri ed editoria, Einaudi, 1961.

Franco Achilli, Fare grafica editoriale. Progettare il libro storia, teoria, tecniche e processi, Editrice Bibliografica, 2018.

AA. VV., Disegnare il libro. La grafica editoriale in Italia dal 1945 ad oggi, Grafis Edizioni, 1989.

Hans Tuzzi, Libro antico libro moderno, collana ≪Sfere extra≫ Carocci editore, 2018.

Lucien Febvre, Henri-Jean Martin, La nascita del libro, La Terza, 2011.

—Testi di riferimento consigliati

Fabrizio Serra, Regole editoriali, tipografiche & redazionali, Fabrizio Serra Editore, 2009.

Daniele Baroni, Antonio D’Auria, Lessico editoriale, Cartiere Burgo, 2001.

Simon Garfield, Sei proprio il mio typo. La vita segreta delle font, Ponte alle Grazie, 2012.

Cristina Demaria, Riccardo Fedriga (a cura di), Il paratesto, Edizioni Sylvestre Bonnard, 2001.

AA. VV., Le forme della carta. Guida all’uso della carta nel progetto grafico, Fedrigoni, 2018.

Giorgio Fioravanti, Silvia Sfligiotti, Grafica e stampa, Zanichelli, 1997.

Silvio Balloni, Scrittura e immagine. le forme del libro, Pacini editore, 2012.

Maurizio Accardi, Lèggere, L’Epos, 2010.

Maurizio Accardi (a cura di), Avvertenze per l’uso del libro, L’Epos, 2006.

Paul McNeil, The Visual History of Type, Laurent King Publishing, 2017.

Francesca Sanfilippo, Basic design [tesi triennale], Accademia di Belle Arti, Catania, 2016.

AA. VV., Manuale per le arti grafiche, NavaPress, 3a edizione, 2013.

Pantone Guide CMYK Coated e Uncoated, Pantone LLC, 2010.

Erik Spiekermann, FontBook Digital Typeface Compendium, Fontshop, 2006.

Valeria Alfina Sciacca, Progettare il libro per cambiare il mondo [tesi di Secondo Livello], Accademia, Catania, 2016.

Tommaso Russo, Cultura del progetto grafico 1930—2018, [tesi di Secondo Livello], Accademia, Catania, 2018.

Maria Nora Arnone, Editoria di progetto, [tesi di Secondo Livello], Accademia, Catania, 2018.

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata).
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze.
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it