Illustrazione e fumetto 2

Syllabus

—Obiettivi formativi
Il Corso promuove l’apprendimento di competenze avanzate nell’ambito dell’illustrazione e del fumetto, con l’intento primario di fornire agli studenti le competenze professionali adeguate al confronto con il mondo del lavoro. Per questo motivo ogni attività didattica e di ricerca si basa sull’osservazione e l’analisi critica dei linguaggi dell’illustrazione  e del fumetto contemporanei.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali e laboratoriali in aula.
I semestre:  11a–15a settimana (lunedì, martedì emercoledì) ore 08.15-13.15

—Modalità esame

La valutazione prevede un colloquio finale sul programma e la produzione di portfolio personale completo, eventualmente anche in formato digitale.


—Prerequisiti richiesti

Competenze strutturate nell’ambito dell’illustrazione e del fumetto

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. l’illustrazione ed il fumetto negli anni 60;
  2. la nascita di importanti fiere di riferimento e di nuove realtà editoriali
  3. gli anni 70;
  4. gli anni 80;
  5. gli anni 90, l’illustrazione digitale;
  6. il contemporaneo;
  7. tecniche di illustrazione mix media.
  1. t

Anna Castagnoli “Manuale dell’illustratore” -Editrice Bibliografica” 

David Bann “La stampa oggi” Tecniche, materiali, processi – Logos, 2007;

Pierre- Marc de Biasi  “La Carta” avventura quotidiana –  Universale  Electa/Gallimard 1999;

Paola Pallottino “le figure per dirlo, storia delle illustratrici italiane – Treccani Editore, 2019

G. Bonomi, C.Gallo, L.Scarpa, N.Spagnoli, I.Zenari “Qua la penna” autrici e srt director nel fumetto italiano (1908-2018) Editrice Comicout 2020

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it