Illustrazione 1

Syllabus

—Obiettivi formativi

La materia prevede l’analisi e lo studio tecnico del disegno e della composizione in relazione alla ricerca e all’acquisizione di un alfabeto segnico-espressivo individuale legato alle caratteristiche peculiari del segno in tutte le sue sfaccettature intime, espressive, simboliche strettamente connesse alla narrazione nelle edizioni del passato e del contemporaneo.
Il piano di lavoro prevede lo studio e l’analisi formale delle prime forme di illustrazione e stampa nei in funzione del periodo storico, dei diversi campi di a cui sono inserite fornendo le basi per la loro formulazione. Lo studio e l’esecuzione di elaborati grafici, prodotti dagli studenti seguendo le capacità individuali, realizzati secondo le tecniche tradizionali e digitali, dovranno tradursi nella realizzazione di tre progetti: a) l’illustrazione della copertina di due testi proposti; b) la produzione di una serie di figurine con una tematica da concordare col docente; c) la produzione di 3 o più illustrazioni da inserire in un’ipotetica guida turistica del proprio territorio. Tali elaborati verranno presentati, revisionati entro la fine delle lezioni, in sede d’esame insieme ad un breve scheda informativa che illustri l’operato.

—Modalità di svolgimento

Lezioni frontali in aula. Svolgimento delle lezioni a distanza (DAD) suddivise in una parte teorica, espletata con l’ausilio di immagini e/o video, e da una parte laboratoriale. È richiede la partecipazione attiva dello studente durante le lezioni.
II semestre:  1a–8a settimana (giovedì, venerdì e sabato) ore 08.15-13.15

—Modalità esame

Gli studenti sono tenuti a partecipare alle revisioni periodiche e gli elaborati devono essere presentati entro le ore di lezione.
Lo svolgimento degli esami sarà orale, basato sui testi indicati riguardanti gli argomenti trattati durante le lezioni, dall’elaborato teorico monografico scritto, concordato col docente e coerente col programma, e la presentazione degli elaborati grafici richiesti organizzati in una cartella.

—Prerequisiti richiesti

Conoscenza di base della materia e conoscenze grafiche e delle tecniche del disegno.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Il disegno e la comunicazione. Il segno e la rappresentazione.
  2. Natura e struttura de disegno; metodi e tecniche di costruzione della composizione narrativa.
  3. La composizione, il tema, il testo le metodologie e i settori di applicazione.
  4. L’illustrazione nel tempo e i settori di applicazione.
  5. Le tecniche utilizzate pe la rappresentazione e la riproduzione dai testi miniati ai primi del novecento.
  1. Illustrazione dei testi e dei primi manifesti. Le rappresentazioni di Gustave Dorè, Daumier, Toulouse-Lautrec.
  2. Tipologie e generi di rappresentazione. Le illustrazioni di regime e di settore. La vignetta e il fumetto.
  3. Tecniche e materiali utilizzate fino ai giorni nostri e i settori digitali.
  4. Analisi dei lavori di alcuni autori di illustrazioni per testi, manifesti, vignette.

—Testi di riferimento obbligatori

STORIA DELL’ARTE ITALIANA – GRAFICA E IMMAGINI I, scrittura e miniatura, vol. 9, ed. Einaudi;

Paola Pallottino, Storia dell’illustrazione italiana. Libri e periodici dal XV al secolo, ed. Zanichelli, 1988;

Bruno Munari, Arte come mestiere, ed. Laterza, 2001;

Faeti Antonio, Guardare le figure. Gli illustratori italiani dei libri per l’infanzia, ed. Donzelli, 2011.

Barbieri Daniele, Breve storia della letteratura a fumetti, ed. Carocci, 2014;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it