Graphic design 3

Syllabus

—Obiettivi formativi

Obiettivo formativo del corso è quello di approfondire aspetti progettuali e tecnici inerenti la comunicazione visiva. Durante lo svolgimento del corso saranno analizzate le teorie, le caratteristiche dell’Information design e i concetti base della visualizzazione delle informazioni, per impostare progetti di infografica che permettano di rendere visibili e comprensibili le enormi quantità di dati e di informazioni accessibili gratuitamente. “Dai dati si genera informazione che può essere trasformata in conoscenza e saggezza”. Lo studente effettuerà una ricerca approfondita su argomenti specifici organizzando i dati in modo da presentare le sue conclusioni in maniera strutturata e visivamente funzionali, non limitandosi a inserirli all’interno di un software, ma costruendo un valido sistema visualizzazione.

—Modalità di svolgimento

Didattica a distanza (DAD) I semestre: 2a–14a settimana (Lunedì, Martedì, Mercoledì) ore 14.30–17.50 scansione giornaliera (5 ore)

—Modalità esame

Esame orale sui testi presenti in bibliografia. Voto sulle esercitazioni svolte durante il corso e sugli elaborati richiesti.
Competenza nell’utilizzo dei software impiegati per la realizzazione del progetto; Conoscenze teoriche acquisite.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Contenuti del corso

  1. Presentazione del corso di Graphic Design 3. 
  2. Metodologia progettuale – Brainstorming.
  3. Mappe Mentali (Cosa sono, come disegnarle, riferimenti storici, ricerca delle soluzioni, casi studio, tecniche).
  4. Esercitazione. 
  5. Mappe Concettuali (Casi studio, tecniche).
  6. Esercitazione. 
  7. Cognizione (L’occhio e il cervello visivo, scegliere forme grafiche in base alle dinamiche della visione, applicazioni in infografica).
  8. Architettura dell’informazione.
  9. A. Honegger (linguaggio grafico e verbale).
  10. Infografica e visualizzazione delle informazioni (storia, caratteristiche, casi studio).
  11. La forma e la funzione, arte e comunicazione (costruire una struttura narrativa).
  12. Esercitazione. 
  13. Infografica (Alberto Cairo, David McCandless, Luiz Ira, John Grimwade, Francesco Franchi, Gianni Sinni).
  14. Verifica esercitazioni del corso.
  15. Dati, grafici e mappe per la comunicazione.

Software utilizzati durante lo svolgimento del corso: Adobe InDesign (permette la creazione di molti tipi di documenti digitali, come file PDF per la stampa professionale, l’uso di strumenti di design adattivi e di alta produttività e la creazione di file epub di alta qualità). Adobe Illustrator (consente di utilizzare sofisticati strumenti per la creazione di grafica vettoriale per la stampa, il web, i dispositivi mobili, il video).

  1. Adobe Illustrator (Grafici, pittogrammi e ideogrammi).
  2. Esercitazione. 
  3. Facciamo i conti con i dati (il ruolo del Design – contributo video e dialogo). 
  4. Adobe Illustrator (Le Assonometrie).
  5. Esercitazione. 
  6. Infografica (Alberto Cairo, David McCandless, Luiz Ira, John Grimwade, Francesco Franchi, Gianni Sinni).
  7. Adobe Illustrator (La prospettiva).
  8. Esercitazione.
  9. Adobe Illustrator (Tecniche varie).
  10. John Grimwade ( Visualize – contributo video e dialogo).
  11. Esercitazione (Infografica – software Adobe Illustrator e Adobe InDesign).
  12. Verifica finale esercitazioni del corso. 

—Testi di riferimento obbligatori

Carlo Branzaglia, Fare progetti, Fausto Lupetti Editore, 2016;

Alberto Cairo, L’Arte Funzionale. Infografica e visualizzazione delle informazioni, Pearson, 2013;

Riccardo Falcinelli, Cromorama. Come il colore ha cambiato il nostro sguardo, Einaudi, 2017;

Adrian Frutiger, Segni & Simboli. Disegno, progetto  e significato, Stampa Alternativa & Graffiti, 2012;

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale [email protected]