Drammaturgia multimediale

Syllabus

—Obiettivi formativi

Il corso prevede l’approfondimento e lo studio analitico della drammaturgia applicata ai linguaggi dell’audiovisivo, della videoarte, della fotografia, del cinema e nozioni di scrittura creativa. Saranno affrontate le metodologie inerenti l’evoluzione della grammatica cinematografica in relazione ai nuovi linguaggi visuali ed i percorsi teorici che ne hanno segnato la trasformazione determinata dallo sviluppo del digitale.

—Modalità di svolgimento

Verranno analizzate le diverse componenti drammaturgiche che connotano i diversi campi applicativi della drammaturgia; dal linguaggio visuale a quello descrittivo, giungendo alla stesura di una breve sceneggiatura adattata all’applicazione mediale scelta dall’allievo e concordata con il docente.

Lezioni frontali in aula (o in DAD)*

—Modalità esame

L’esame verterà sulla realizzazione di una breve sceneggiatura, di cui verrà concordata con il docente la tipologia (durante le fasi di revisione del progetto), atta a verificare l’effettivo apprendimento dei concetti affrontati durante lo svolgimento del corso.

—Prerequisiti richiesti

Buona conoscenza della lingua italiana, proprietà di linguaggio, attitudine alla lettura.

—Frequenza delle lezioni

La frequenza è obbligatoria non inferiore all’80 per cento della totalità delle attività formative, con esclusione dello studio individuale. Per un massimo di 25 ore (5 lezioni).

—Testi di riferimento consigliati

Lajos Egri, L’arte della scrittura drammaturgica, ed. Audino;

Gianni Canova (a cura di), Drammaturgie multimediali. Media e forme narrative nell’epoca della replicabilità digitale, ed. Unicopli;

Piermario Vescovo, Entracte. Drammaturgia del tempo, ed. Marsilio;

Paolo Bertetto, Lo specchio e il simulacro – il cinema nel mondo diventato favola, ed. Bompiani;

Gilles Deleuze, L’immagine-tempo, ed. Ubulibri;

Dominique Parent-Altier, Introduzione alla sceneggiatura, ed. Lindau;

Anne Huet, La sceneggiatura, teorie, regole, modelli, ed. Lindau;

Daniela Angelucci, Filosofia del cinema, ed. Carocci;

Andrea Balzola e Anna Maria Monteverdi, Le arti multimediali digitali. Storia, tecniche, linguaggi, etiche ed estetiche del nuovo millennio, ed. Garzanti;

Antonio Pizzo, Neodrammatico digitale. Scena multimediale e racconto interattivo, ed. Accademia University Press;

Frédéric Sabournaud, L’adattamento cinematografico, ed. Lindau;

Concetta D’Angeli, Forme della drammaturgia, ed. UTET;

Maria Letizia Compatangelo, O Capitano, mio Capitano! Eduardo maestro di drammaturgia, ed. Bulzoni;

Chris Vogler, Il viaggio dell’eroe, ed. Dino Audino;

Cecilia Penati, Il focolare elettronico, ed. Vita e pensiero;

N.B.
La filmografia consigliata verrà definita durante lo svolgimento del corso
.

— Strumenti per studenti con disabilità e/o DSA

Gli studenti con disabilità e/o DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) sono supportati da docenti e tutor attraverso la consulenza con il CInAP (Centro per l’integrazione Attiva e Partecipata). 
Gli studenti interessati possono chiedere al docente di riferimento, anche attraverso il proprio tutor dove assegnato, un colloquio personale, mediante mail istituzionale, in modo da programmare insieme obiettivi didattici ed eventuali strumenti compensativi e/o dispensativi, in base alle specifiche esigenze. 
Tale colloquio sarebbe opportuno che avvenisse prima dell’avvio delle lezioni o comunque non oltre la prima settimana di corso, al fine di attivare eventuali misure a garanzia di pari opportunità sia per le lezioni che per gli esami. Per rivolgersi direttamente al CInAP è possibile utilizzare la mail istituzionale cinap@abacatania.it